Settignano

via D. da Settignano, tel. 055 697307

Il cimitero di Settignano venne costruito nel 1855, a seguito delle riforme sanitarie fiorentine che prevedevano la chiusura dei camposanti parrocchiali posti all’interno del centro abitato.
L’accesso al cimitero è possibile attraverso una strada di campagna. Da camposanto a sterro si è trasformato, a partire dagli ultimi decenni dell’Ottocento, in un piccolo cimitero monumentale; la sua struttura originaria prevedeva infatti un recinto rettangolare con colombari e sepolture a sterro e un edificio centrale adibito alla duplice funzione di chiesa per le celebrazioni (nella parte inferiore) e di stanza del custode (primo piano).
Successivamente proprio questo ambiente è stato destinato anche alla sepoltura di personaggi illustri, tra cui Niccolò Tommaseo e Aldo Palazzeschi.
Tra i cimiteri periferici di Firenze, questo è tra i più ricchi di opere d’arte. La zona monumentale si sviluppa nella sezione principale e vede l’alternarsi di cappelle gentilizie a monumenti funerari realizzati da importanti scultori fiorentini.
Il camposanto negli ultimi decenni è stato ampliato per far fronte alle nuove esigenze della comunità.
 

Settignano

Scroll to top of the page