Elezioni e referendum

Elezioni del Parlamento Europeo e amministrative 2019

Domenica 26 maggio 2019 si svolgeranno le consultazioni elettorali per l'elezione dei membri spettanti all'Italia nel Parlamento Europeo. Potranno votare elettrici ed elettori italiani, nonché cittadine e cittadini dell'Unione Europea anch'essi residenti nel Comune di Firenze già iscritti o che abbiano presentato richiesta di iscrizione nella prevista lista elettorale aggiunta entro la data del 25 febbraio prossimo.

Iscrizione nelle liste elettorali per la elezione del Parlamento Europeo per i cittadini dei Paesi dell'Unione Europea

Si è in attesa del decreto ministeriale che fisserà la data delle consultazioni amministrative per l'elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale; a Firenze, si terranno contestualmente anche le consultazioni per l'elezione dei Consigli di Quartiere e dei rispettivi Presidenti.

Portale delle elezioni del Ministero dell'interno

Presentazione delle candidature e propaganda elettorale

Sezione in fase di aggiornamento
 

Servizio di trasporto ai seggi

Il Comune organizza un servizio di trasporto ai seggi per gli elettori che hanno difficoltà di deambulazione.

Sezione in fase di aggiornamento

Tessera elettorale

Per poter votare, l'elettore deve essere identificato attraverso la carta d'identità o altro documento di riconoscimento rilasciato da un'Amministrazione pubblica purché munito di fotografia.
L'elettore dovrà inoltre essere in possesso della tessera elettorale.

Voto assistito. Accompagnamento in cabina

Sono interessate le persone che hanno necessità di essere accompagnate in cabina elettorale aiutati da un altro elettore volontariamente scelto a questo scopo.

Informazioni : L'Ufficio Elettorale è a disposizione degli interessati per fornire ogni utile informazione ai seguenti numeri:
055 3283629 e 055 3283632, da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.00, martedì e giovedì anche dalle 14.30 alle 17.00

È possibile inviare comunicazioni anche all'indirizzo elettorale.iscrizioni@comune.fi.it 

Voto cittadini temporaneamente all’estero

Coloro che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di studio o di lavoro, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presentando entro il 7 marzo 2019, per il tramite dell’Ufficio consolare di riferimento, apposita domanda diretta al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti.

Voto domiciliare

La normativa in vigore prevede che possono essere ammessi al voto domiciliare, oltre agli elettori “affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano” anche gli elettori “affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile avvalendosi dei servizi di trasporto pubblico, che i comuni organizzano in occasione di consultazioni.

Informazioni : L'Ufficio Elettorale è a disposizione degli interessati per fornire ogni utile informazione ai seguenti numeri:
055 3283629 e 055 3283632, da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.00, martedì e giovedì anche dalle 14.30 alle 17.00

È possibile inviare comunicazioni anche all'indirizzo elettorale.iscrizioni@comune.fi.it 

Voto elettori non deambulanti

Tutti gli edifici di Firenze, sedi di seggio elettorale, sono privi di barriere architettoniche o, in alternativa, sono dotati di dispositivi per il loro superamento (ascensori, montascale etc..). Nel caso di un temporaneo malfunzionamento di tali dispositivi, gli elettori non deambulanti iscritti nelle liste elettorali di sezioni che si trovano in edifici non accessibili mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in una qualsiasi sezione elettorale del Comune allestita in sede priva di barriere architettoniche, mostrando, unitamente alla tessera elettorale, l’attestazione medica rilasciata dall’unità sanitaria locale (anche in precedenza per altri scopi) o la copia autentica della patente di guida speciale, purché dalla documentazione esibita risulti l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione

Elezioni e referendum

Scroll to top of the page