Un caso di 'dengue' all’Isolotto

Oggi chiusi il parco di Villa Vogel e il giardino dell’asilo nido Stregatto

Sono scattate ieri pomeriggio le misure di profilassi dopo il caso di dengue accertato all'Isolotto. Le zone interessate dall'intervento precauzionale, a cura dei tecnici di Alia spa, sono alcune aree verdi, come il giardino dell'asilo nido Stregatto e il parco di Villa Vogel (oggi chiusi) e le caditoie in alcuni tratti di via Corcos e via Pampaloni. 

Le caditoie e i pozzetti stradali sono state trattate utilizzando un prodotto larvicida biologico il cui principio attivo agisce interrompendo la crescita delle larve. Sulle pareti delle caditoie viene anche spruzzato un prodotto insetticida. Quanto alle aree verdi questi trattamenti saranno eseguiti irrorando la vegetazione bassa sempre con un insetticida. 
Le operazioni, iniziate intorno alle 14.30 di ieri al giardino dell'asilo nido Stregatto, proseguono alle 8 di stamani, mercoledì 4 luglio. Il parco di Villa Vogel e l'asilo nido Stregatto riapriranno giovedì prossimo, 5 luglio. 
Quando si verifica un caso di dengue vengono attuati interventi di disinfestazione nella zona dove il malato ha soggiornato dopo il rientro in Italia; questi interventi hanno lo scopo di ridurre momentaneamente la densità delle zanzare presenti per evitare la possibilità, anche se remota, che qualche zanzara pungendo il malato possa essere infettata dal virus per poi trasmetterlo ad altri.
Si tratta quindi di interventi precauzionali, utili proprio perché ancora la malattia non è presente in Italia e consistono nel rimuovere le raccolte d’acqua che possono essere sede di sviluppo delle larve di zanzara e trattare con prodotti antilarvali le raccolte d’acqua non eliminabili come le vasche ed i pozzetti.

Un caso di 'dengue' all’Isolotto

Scroll to top of the page