Fondi React Eu

Al via i lavori da 1,8 milioni di euro in 65 impianti sportivi e sette centri giovani

Un intervento da 1,8 milioni di euro, di cui 1,3 milioni per gli impianti sportivi e 500mila euro per i centri giovani, per rendere più efficienti, confortevoli e accoglienti le strutture e tagliare i consumi fino al 20 per cento. Questo è quanto previsto dalla di finanziamento React-Eu nell’ambito del Pon Metro, i fondi destinati alla ripresa dalla crisi Covid19 che devono tradursi in lavori immediati: si tratta infatti del primo capitolo di tutto il pacchetto NextGenerationEu, che anticipa il Pnrr. Gli interventi hanno avuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio.


I progetti prevedono tre ambiti di intervento:

miglioramento della qualità degli involucri degli edifici dalla quale si prevede di ottenere una riduzione dei consumi del 20%; miglioramento della qualità degli impianti termofrigoriferi, con una riduzione dei consumi prevista del 15%);

miglioramento della qualità degli impianti elettrici con una riduzione dei consumi attesa del 10 per cento.

L’efficientamento sarà realizzato attraverso interventi integrati di isolamento termico, sostituzione di generatori di calore, realizzazione di sistemi di solare termico e fotovoltaico, realizzazione di sistemi di produzione combinata di energia elettrica e termica (cogeneratori), sostituzione corpi illuminanti con apparecchi a led e altri interventi per la sostenibilità, il contenimento dei consumi energetici (acqua potabile, energia elettrica, gas) e l’ammodernamento degli immobili in modo da rendere gli ambienti più confortevoli e accoglienti per la cittadinanza.


I centri giovani interessati sono: Nidiaci di via d'Ardiglione, Le Cure di via Faentina, Gavinuppa di via Gran Bretagna, Kantiere di via del Cavallaccio, Sonoria di via Chiusi, New Staz di via Attavante e l’Isola di via della Sala. Gli impianti sportivi interessati sono 65 in tutti i quartieri della città.
 

Questo blocco è in errore o mancante. Potresti aver perso dei contenuti, o potresti provare se riesci a abilitare il modulo originale.
Scroll to top of the page