Trombi, Grassi, Verdi e Sesti (Firenze Riparte a Sinistra): “La teoria dei nudge arriva a Firenze”

“Approvato un nostro atto per introdurre forme sperimentali e creative di segnaletica per promuovere comportamenti virtuosi”

"La teoria dei nudge prevede che, invece di obbligare o far leva sul senso di colpa dei cittadini, si promuovano comportamenti virtuosi tramite escamotage divertenti e creativi: è un modo carino per aiutare le persone ad essere migliori. - affermano i Consiglieri comunali del gruppo Firenze riparte a sinistra, Giacomo Trombi e Tommaso Grassi insieme alla Consigliera comunale Donella Verdi e alla Consigliera di Quartiere 3 Giovanna Sesti - Un po’ come le mosche disegnate all’interno degli orinali nei bagni degli uomini, che aiutano a direzionare il getto e a non sporcare, o gli attraversamenti pedonali dipinti in modo tale da sembrare in rilievo, così gli automobilisti rallentano istintivamente".

"Nel consiglio comunale del 12 marzo è stato approvato un nostro atto in cui abbiamo chiesto che si utilizzi tale teoria per stimolare in città comportamenti virtuosi e rispettosi, in particolare degli attraversamenti pedonali, degli scivoli di accesso a marciapiedi ed edifici per disabili. Siamo ancora lontani purtroppo dal necessario livello di attenzione e cura nei confronti di alcune fasce deboli, disabili, ma anche persone con passeggini o anziani, che vengono messe in difficoltà da un posteggio che impedisce di scendere dal marciapiede, e crediamo che questo modo di procedere possa portare grandi benefici senza andare a punire o assumere atteggiamenti censori. Abbiamo chiesto infine che vengano coinvolte le istituzioni locali che si occupano di grafica e comunicazione, cosicché anche a Firenze si possano realizzare campagne intelligenti, divertenti e che promuovano comportamenti migliori nella nostra cittadinanza". (fdr)

Trombi, Grassi, Verdi e Sesti (Firenze Riparte a Sinistra): “La teoria dei nudge arriva a Firenze”

Scroll to top of the page