Parcheggi nel centro storico. Mirco Rufilli (PD): “Rimane ancora un tassello importante nel mantenimento della residenzialità. Auspico che si possano incontrare tutte le parti in gioco per dare delle risposte”

Un Question time, presentato dal consigliere del Partito Democratico Mirco Rufilli, al quale ha risposto l’assessore Stefano Giorgetti, che ritorna sul tema dei parcheggi interrati del centro storico, come quello del Cestello e quello di via dei Renai.

“Dopo un articolo, uscito alcuni giorni fa, che parlava della possibilità che Palazzo Vecchio coinvolgesse FiPark con un project financing per la loro realizzazione e che era stata fatta una prima interlocuzione con la sovrintendenza per capire come muoversi torna di grande importanza il tema dei parcheggi nel centro storico. In questa sede – ha aggiunto il consigliere PD Mirco Rufilli – ho ricordato più volte l’importanza dei parcheggi per i residenti, soprattutto nella parte di Oltrarno che non è mai stato interessato da questi interventi, come invece è successo negli anni ’90 e 2000 nelle parti a nord ovest del centro storico (Beccaria, Ghiberti, Parterre).

Il parcheggio rimane ancora un tassello importante nel mantenimento della residenzialità, anzi questo potrebbe implementarla.

Certamente uno dei temi centrali, e che rimane aperto e da tenere ben presente, è quello della pertinenzialità dei parcheggi perché, memori del passato, dobbiamo ricordarci che fu proprio questo punto a dividere cittadini, comitati e amministrazione sul parcheggio del Carmine.

Auspico quindi che si possa, in maniera costruttiva, trovare un incastro proficuo per tutte le parti in gioco, per poter dare risposte a quei cittadini che vogliono continuare a vivere in questa porzione di città e che reputano importante il parcheggio auto”.

L’assessore Stefano Giorgetti ha confermato che “l’amministrazione è propensa a realizzare dei parcheggi interrati nel centro storico per togliere le automobili in superficie. Questa è una delle soluzioni possibili e l’idea era di intervenire su piazza del Cestello per capire se questo era possibile. È iniziata – ha confermato l’assessore Giorgetti – una interlocuzione con la soprintendenza per capire se c’erano dei ritrovamenti archeologici sotto la piazza che impedivano questo tipo di soluzione. Uno studio preliminare, sulla base dell’intervento di recupero fatto sull’ex caserma Cavalli dove è stata rilevata, vicino al fiume, la presenza della vecchia cinta murarie. Se fattibile vorrebbe dire recuperare alla pedonabilità tutta la piazza, togliere le auto in superficie e migliorare così tutta l’area del Cestello. Una parte dei parcheggi verrebbe destinata alla residenza ed una parte verrebbe data a rotazione. Su via dei Renai il discorso è diverso. Abbiamo fatto dei bandi per l’assegnazione delle aree per i parcheggi pertinenziali. Nessuno però è ancora partito perché non ci sono state ancora offerte. Su via dei Renai valuteremo la possibilità di poter trasformare quest’area di parcheggio pertinenziale in area di parcheggio pubblico con una parte da destinare ai residenti ed una parte a rotazione. Avevamo fatto uno studio anche in piazza Vittorio Veneto ma dato che esistono dei vincoli della soprintendenza proprio all’ingresso principale del parco delle Cascine abbiamo verificato che non è possibile fare un parcheggio interrato”.

“Occorre attenzione sui parcheggi pertinenziali in Oltrarno. Auspico che si possano incontrare tutte le parti in gioco – ha concluso il consigliere PD Mirco Rufilli – per dare delle risposte alla cittadinanza”. (s.spa.)

Questo blocco è in errore o mancante. Potresti aver perso dei contenuti, o potresti provare se riesci a abilitare il modulo originale.
Scroll to top of the page