Mercafir, Grassi, Verdi e Trombi: "Contratti per i capannoni a quattro anni, il nuovo presidente lavora per risanare il mercato nella prospettiva di rimanere a Novoli per più anni"

"Scelta condivisa col Comune. Nardella quindi ci ha preso in giro finora?"

"Una interessantissima commissione quella di stamani col neo presidente di Mercafir - afferma il Capogruppo Tommaso Grassi insieme alla Consigliera Donella Verdi e al Consigliere Giacomo Trombi -: cambio di rotta rispetto alla gestione precedente rea di non aver manutenuto i padiglioni in attesa del trasferimento, ancora non concretizzatosi, del Centro Alimentare di Novoli altrove, per far spazio allo stadio. Certo, sorprende scoprire che sia cambiato l'indirizzo del sindaco: se sulla stampa continua a sparare date entro cui vedremo lo spostamento della Mercafir e la prima pietra dello stadio, finalmente si è accorto che non poteva lasciar andare in malora le strutture che ospitano i grossisti del mercato agroalimentare più grande del centro Italia. Ci auguriamo che non siano stati fatti danni irreparabili al tessuto economico che ha atteso per troppo tempo di avere certezze sul loro futuro".

"Il presidente Lucibello è stato chiarissimo: contratti con i grossisti non più annuali ma della durata di quattro anni, e un impegno economico per risanare le strutture dei capannoni nella prospettiva di rimanere a Novoli a partire da oggi per più anni. Tutt'altra storia rispetto ai toni trionfali e pomposi del sindaco Nardella e della sua squadra di governo che anche ieri sera al Puccini mostravano certezze su tempi rapidi dell'affare stadio e Castello. Se la scelta è condivisa col Comune, come riferito stamani in commissione, ci sorge spontanea una domanda: finora Nardella quindi ha preso in giro noi e tutta la cittadinanza di Firenze, tifosi compresi? oppure ha la bacchetta magica? Quello che è certo è che abbiamo ascoltato una rappresentazione della realtà molto diversa da quella che leggiamo quotidianamente sulla stampa ad opera degli esponenti di maggioranza del Comune" aggiungono i consiglieri.
 

"Noi ci teniamo particolarmente alla funzione economica, ai posti di lavoro e all'indotto del centro alimentare polivalente di Novoli e crediamo che la sua tutela e la piena operatività debba essere una priorità per l'amministrazione comunale. Per quel che riguarda i progetti, di cui si parla tanto, dallo stadio al nuovo mercato a Castello, vogliamo vedere progetti, piani di gestione e accordi per il trasferimento: tutti aspetti su cui finora sembra esserci molta confusione e ambiguità da parte di Nardella e poche idee chiare. Attendiamo di conoscere quale sarà la risposta dell'amministrazione comunale a quanto riferitoci in commissione dal presidente di Mercafir sapendo, fin da subito, che non potranno aver ragione entrambi" concludono. (fdr)

Mercafir, Grassi, Verdi e Trombi: "Contratti per i capannoni a quattro anni, il nuovo presidente lavora per risanare il mercato nella prospettiva di rimanere a Novoli per più anni"

Scroll to top of the page