Firenze si accende con F-Light

Al centro la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Questa volta le installazioni coinvolgeranno tutti i quartieri.

Firenze si è accesa con “F-Light”: il Firenze Light Festival per un mese riveste di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento proporrà video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni artistiche, attività educative, visite speciali nei musei, spettacoli e incontri culturali.

Il festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e, quest’anno nasce all’insegna della genialità di Leonardo da Vinci, di cui si celebreranno nel 2019 i cinquecento anni dalla morte. Coinvolti numerosi spazi della città: su tutti Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Piazza Santa Maria Novella e l’Oltrarno, con un’attenzione particolare alle Torri e alle Porte della città e ai quartieri fuori dal centro storico. In Piazza Santa Maria Novella è acceso un cono di 18 metri, composto da rosoni luminosi, ispirato ai motivi architettonici della basilica.  Sempre in Piazza Santa Maria Novella, uno dei luoghi di F-light è il Museo Novecento dove il loggiato esterno, eccezionalmente animato da fasci di colore, accompagna i visitatori a scoprire le mostre in corso.

Ponte Vecchio anche in questa edizione si trasforma in un suggestivo videomapping che celebra Leonardo Da Vinci. Sempre a Leonardo è dedicata una mostra digitale nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio. Sulla Torre d’Arnolfo  le più sofisticate tecnologie trasformano il camminamento di ronda in una spettacolare parete LED animata. Sempre in Piazza della Signoria, una luce particolare illumina le pareti e le volte della Loggia de’ Lanzi.  Un’altra sede storica coinvolta è Palazzo Medici Riccardi dove una delle pareti del cortile ospita il lavoro di giovani designer. Dopo i recenti interventi di recupero e restauro, un’illuminazione scenografica valorizza il palazzo della Camera di Commercio. Tra gli altri spazi coinvolti spiccano: la Rinascente in Piazza della Repubblica e il Mercato Centrale. Inoltre tutti i giorni, dalle 18 alle 24, sono illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano.

Per la prima volta F-Light esce dal centro storico e tocca tutti i cinque quartieri cittadini, con una luminaria d’artista installata in cinque diversi punti: la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q.2, Piazza Elia dalla Costa nel Q.3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q.4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q.5.

Anche lo stadio si mostrerà sotto una nuova veste scenografica assumendo i colori della Fiorentina e dei 4 quartieri del calcio storico di Firenze.

Come da tradizione F-Light sarà anche l’occasione per offrire una nuova illuminazione permanente ad alcuni monumenti o luoghi della città: dopo aver donato un nuovo sistema di illuminazione alla Loggia del Pesce, alla Basilica di Santa Croce, a Piazza Ghiberti e al Mercato di Sant’Ambrogio, quest’anno verrà portata una nuova illuminazione permanente alla facciata della Basilica di San Miniato, che celebra quest’anno il Millenario, e in Piazza Santissima Annunziata.

Firenze si accende con F-Light

Scroll to top of the page