Campagna 'Noprofitonpandemic'

Il Comune di Firenze aderisce alla campagna europea per favorire la diffusione mondiale dei vaccini contro il Covid-19 superando il monopolio delle aziende farmaceutiche

Indubbiamente la pandemia da Covid-19 sta seriamente mettendo a rischio la salute della popolazione mondiale che però, grazie alla risorsa dei vaccini, sta trovando una risposta efficace nel contenimento dello sviluppo della malattia in forma severa. I vaccini sono attualmente somministrati in forma organizzata e numericamente rilevante solo nei paesi più ricchi, lasciando miliardi persone in tutti gli altri paesi con scarsa possibilità di accesso a questa fondamentale risorsa. Per questo il Comune di Firenze ha deciso di aderire alla campagna europea 'Nessun profitto sulla pandemia' (noprofitonpandemic.eu/it/), che propone un’azione legislativa concreta alla Commissione Europea, con cui si chiede:

  • Salute per tutte e tutti, superando il controllo monopolistico delle aziende su prodotti farmaceutici essenziali, per superare la condizione di bisogno e di scarsità;
  • Trasparenza sui costi di produzione, sui contributi pubblici, sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini anti Covid-19;
  • Una correlazione tra ciò che viene finanziato con risorse pubbliche e un ruolo di controllo della dimensione pubblica rispetto ai comportamenti delle aziende private che ottengono risorse statali ed europee per la loro ricerca;
  • Il contrasto a ogni logica di profitto a danno della salute delle persone, con la disponibilità di vaccini e farmaci a prezzi accessibili e controllati.

Con questa adesione il Comune di Firenze chiede inoltre alla Regione Toscana e al Governo italiano, di attivarsi presso l’Unione Europea per individuare soluzioni efficaci per raggiungere il prima
possibile la piena copertura vaccinale, prevedendo l'utilizzo della licenza obbligatoria per sospendere i brevetti farmaceutici e garantire un'equità globale nel contrasto alla pandemia da Covid-19 e sostenendo in ogni ambito i principi di equità e giustizia sociale in relazione all'emergenza pandemica.

Il sostegno alla campagna 'Nessun profitto sulla pandemia' può essere espresso da qualunque cittadino.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page