Rifiuti, raffica di controlli della Polizia Municipale contro l’abbandono

La settimana scorsi 81 interventi mirati degli agenti di tutti i distaccamenti, sette le sanzioni

Ottantuno controlli e 7 sanzioni. È questo il bilancio degli interventi effettuati dalla Polizia Municipale nell’ambito dell’intensificazione dei controlli annunciata dal sindaco Dario Nardella contro l'abbandono dei rifiuti in strada. Tutti i distaccamenti hanno impegnato agenti in questa attività che si è concentrata nelle aree maggiormente interessate dal fenomeno con anche accertamenti sui materiali abbandonati per risalire agli autori e controlli dei veicoli impegnati nel trasporto rifiuti. Per ottimizzare gli accertamenti sui mezzi è stata messa a punto e utilizzata un’applicazione, fornita dalla Camera di Commercio, che consente le consultazioni in tempo reale dei dati di iscrizione presso l’albo dei gestori rifiuti inserendo nella ricerca la targa del veicolo sottoposto a controllo.

In dettaglio nel Quartiere 1 gli accertamenti sono stati 13 e hanno interessato le strade del centro storico, dell’area di Porta Romana e della Fortezza: due le sanzioni, la prima ai sensi del Codice della Strada per deposito di rifiuti da un veicolo in fermata sporcando la strada (verbale da 25 euro con obbligo di ripristino), la seconda per violazione al Regolamento di Polizia Urbana per abbandono di piccoli rifiuti (160 euro).

Nel Quartiere 2 sono state effettuate 21 verifiche nelle zone delle Cure, di Coverciano, Campo di Marte e Bellariva. Una sanzione elevata ai sensi del Testo Unico Ambientale per il trasporto di rifiuti accompagnato da formulario compilato in maniera inesatta ed incompleta, ma comunque tale da permettere la ricostruzione della quantità dei rifiuti trasportati (sanzione varia da 260 euro a 1.550 euro e l’entità sarà stabilita dalla Regione).

Nel Quartiere 3 i controlli sono stati 24 e 3 le sanzioni sempre per violazione al Testo Unico Ambientale, due delle quali per trasporto rifiuti: nello specifico una per la mancanza di iscrizione all’albo (per la quale è prevista una denuncia con conseguente sequestro penale del veicolo utilizzato per il trasporto abusivo), l’altra per l’assenza di formulario (verbale da 3.100 euro). La terza sanzione è stata elevata dai vigili di quartiere a carico di una donna, residente in un comune della provincia di Firenze, che aveva abbandonato una batteria al di fuori di un cassonetto: dovrà pagare un verbale da 600 a 6.000 euro (l’entità della sanzione verrà decisa dalla Regione) per abbandono di rifiuti pericolosi. Nel quartiere i controlli hanno riguarda le zone di viale Europa, piazza Ferrucci e di Badia di Ripoli.

Passando al Quartiere 4, complessivamente sono stati effettuati 14 controlli mirati nelle aree di viale Etruria-via Canova, nessuna sanzione. Infine il Quartiere 5 con 8 verifiche nelle zone di Firenze Nova-via Circondaria e una violazione rilevata per violazione al Testo Unico dell’Ambiente per trasporto senza formulario (3.100 euro).

Sono in corso accertamenti a carico di un ristorante per quanto riguarda del corretto smaltimento di olio alimentare esausto attraverso l’iscrizione ad apposito consorzio obbligatorio. (mf)

Rifiuti, raffica di controlli della Polizia Municipale contro l’abbandono

Scroll to top of the page