Discarica Ponte all'Indiano, Grassi: “Combattere il reato di abbandono di rifiuti è un dovere. Ma perché il Comune non destina risorse per assumere nuove guardie ambientali in Alia?”

“La reiterazione del reato in quella zona dovrebbe far pensare che c'è necessità di provvedimenti seri”

“Siamo convinti che sia positiva un'azione di contrasto all'abbandono di rifiuti. E' un dovere dell'amministrazione comunale e la sosteniamo in questa azione, ma non capiamo come mai ci sia questa chiusura così netta nel destinare nuove risorse ad Alia per assumere nuove guardie ambientali”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte sinistra, incalza l'assessore Gianassi. E spiega: “Il caso della discarica abusiva sotto al Ponte all'Indiano non è un episodio isolato. Addirittura il reato, nella stessa zona, è già stato riscontrato tempo fa. Questo significa che l'azione intrapresa non è sufficiente”.

“Non crediamo all'efficacia delle guardie volontarie ambientali – continua Grassi – lo abbiamo già detto più e più volte, anche perché sarebbero solo delle figure in grado di segnalare e non sanzionare. I 6 agenti di Polizia municipale impiegati per queste operazioni sono tolti dalle proprie funzioni principali e non sono bastanti alla risoluzione del problema”. (fdr)

Discarica Ponte all'Indiano, Grassi: “Combattere il reato di abbandono di rifiuti è un dovere. Ma perché il Comune non destina risorse per assumere nuove guardie ambientali in Alia?”

Scroll to top of the page