Commemorato Hugh Snell, il primo soldato alleato caduto per la liberazione di Firenze

Il consigliere PD Rufilli ha rappresentato il Comune di Firenze: "Morto per la follia nazifascista e per ristabilire uguaglianza e libertà per tutti"

Ieri mattina, 4 agosto, è stata deposta una corona di alloro presso la lapide, collocata all’angolo tra via Lupo e lungarno Serristori, che ricorda Hugh Snell, appartenente al corpo delle Guardie Scozzesi, ucciso il 4 agosto 1944, primo tra i soldati alleati a cadere nella battaglia per la liberazione di Firenze.

Il consigliere PD Mirco Rufilli ha partecipato alla commemorazione per il Comune di Firenze. Questa la sua dichiarazione:

"Ricordare Snell non vuol dire soltanto ricordare il primo soldato alleato deceduto in quei giorni terribili per Firenze, ma ricordare sopratutto un giovane ragazzo di 21 anni morto per la follia nazifascista e per ristabilire uguaglianza  e libertà per tutti.

E Ogni volta che ci soffermiamo davanti ad un monumento ai caduti penso che quello non sia soltanto un monumento ma un simbolo di aggregazione e di unione del popolo dei diritti e dell’uguaglianza contro chi invece fomenta odio e discriminazioni. 

Ancora oggi dobbiamo tenere alta la guardia, e non dare per scontato quello che è stato conquistato da quei giovani 75 anni fa". (fdr)

Questo blocco è in errore o mancante. Potresti aver perso dei contenuti, o potresti provare se riesci a abilitare il modulo originale.
Scroll to top of the page