Festival delle Generazioni

Venerdì 12 ottobre a Palazzo Vecchio, a partire dalle 9.30. Tra gli ospiti Vittorio Sgarbi, Nadia Urbinati, Gianfranco Pasquino, Giulio Sapelli, Valerio Onida, Tommaso Labate e Michele Mirabella. François Bourguignon terrà una lectio magistralis su ‘economia e populismo’. L'evento comporterà la chiusura dalle 14 del Museo di Palazzo Vecchio

Democrazia, economia, partecipazione, valori, futuro. Su questo, venerdì 12 ottobre, si confrontano a Firenze economisti, politologi, critici d’arte e personaggi dello spettacolo per una giornata promossa da Fnp, il sindacato pensionati della Cisl, con il patrocinio del Comune di Firenze. Un’edizione speciale del Festival delle Generazioni dedicata al grande tema “Rappresentanza è democrazia”, che tra gli ospiti conta François Bourguignon, l’ex capo economista della Banca Mondiale, per una lectio magistralis sul rapporto tra economia e populismo. Insieme a lui, Vittorio Sgarbi, i politologi Nadia Urbinati e Gianfranco Pasquino, l’economista Giulio Sapelli, il costituzionalista Valerio Onida, il giornalista Tommaso Labate e Michele Mirabella, impegnato in una “Intervista impossibile” a un grande personaggio della storia della musica, Gioachino Rossini.

Il programma

Si inizia alle ore 9.30 con i saluti istituzionali e l’intervento di Gigi Bonfanti che introdurrà il tema “Rappresentanza è democrazia”. A seguire, il confronto tra Giulio Sapelli, Gianfranco Pasquino, Valerio Onida, Nadia Urbinati, Stefano Bartolini e Nicola Antonetti. Conclude la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.

Il pomeriggio si apre alle ore 15.30 con Vittorio Sgarbi che presenta il tema “Arte e politica tra rappresentazione e rappresentanza”.

Alle ore 16.45, il giornalista del Corriere della Sera Tommaso Labate presenta il suo ultimo libro “I rassegnàti. L’irresistibile inerzia dei quarantenni” (Rizzoli editore).

Alle ore 18  lectio magistralis “Economia e populismo” di François Bourguignon, vicepresidente e capo economista della Banca mondiale dal 2003 al 2007. La democrazia favorisce o no la crescita? Le democrazie sono più egualitarie dei regimi autocratici?

Alle ore 21 la giornata si chiude con un evento speciale: “Intervista impossibile” di Michele Mirabella a Gioachino Rossini, in occasione del centocinquantesimo anniversario dalla morte del compositore. Un bel gioco, un pretesto per ragionare sull’oggi fingendo di raccontare cose di ieri.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. Si consiglia la prenotazione sul sito www.festivaldellegenerazioni.it. Il Festival delle Generazioni si può seguire anche su facebook, twitter e instagram.

Segreteria e info:  info@festivaldellegenerazioni.it

L'evento comporterà la chiusura del Museo di Palazzo Vecchio dalle 14

 

Festival delle Generazioni

Scroll to top of the page