Mascherine anche all'aperto, nuova durata della quarantena, limitazioni a feste e sport

Le ultime disposizioni
per il contenimento della diffusione
del Covid-19 stabilite dai DPCM del 13 e del 18 ottobre

Mascherine

Le ultime disposizioni prevedono l'obbligo di:

  • porta la mascherina sempre con sé
  • indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi (tranne che nell’abitazione privata) e in tutti i luoghi aperti, dove non sia possibile mantenere le distanze da persone non conviventi

È comunque fortemente raccomandato usare le mascherine anche nelle abitazioni private se ci siano persone non conviventi.

Non sono obbligati a portare la mascherina:

  • bambini sotto i 6 anni
  • chi svolge attività sportiva
  • persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e chi interagisce con loro

Rimangono validi i protocolli e le linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche produttive amministrative e sociali e le linee guida per il consumo di cibo e bevande, oltre alle altre misure di prevenzione:

  • rimanere nel proprio domicilio e chiamare il medico di famiglia in caso di febbre (maggiore di 37,5 °C)
  • mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro
  • coprire bocca e naso con un fazzoletto o con l’incavo del gomito in caso di starnuto o tosse e non toccare occhi, naso e bocca
  • lavare o igienizzare di frequente le mani

Attività sportive

È consentito svolgere:

  • attività sportiva o motoria all'aperto nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per le altre attività
  • attività sportiva di base e motoria in palestre, piscine, centri e circoli sportivi, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall'Ufficio per lo sport
  • sport di contatto in forma individuale per l’attività dilettantistica di base, le scuole e l’avviamento

Non sono invece consentite le gare e competizioni degli sport di contatto, salvo quelle di interesse nazionale e regionale.

Proseguono quindi partite e gare sportive dilettantistiche a livello regionale e nazionale, mentre per il livello provinciale, società e associazioni sportive ed enti di promozione proseguiranno gli allenamenti degli sport di squadra ma in forma individuale.

Feste, eventi, attività

Sono permesse, nel rispetto dei rispettivi protocolli:

  • manifestazioni pubbliche solo in forma statica
  • attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo dalle 8 alle 21
  • centri benessere, termali, culturali e sociali solo se la Regione ne ha preventivamente accertato la compatibilità con la situazione epidemiologica
  • spettacoli in sale teatrali, da concerto e cinematografiche solo con posti a sedere preassegnati e distanziati e con un massimo di 1.000 spettatori per spettacoli all'aperto e di 200 per spettacoli in luoghi chiusi
  • feste conseguenti a cerimonie civili o religiose con la partecipazione massima di 30 persone

    Non sono permesse:

    • le sagre e le fiere locali
    • convegni e congressi in presenza
    • attività in sale da ballo e discoteche
    • feste in luoghi al chiuso e all’aperto

    È comunque fortemente raccomandato di evitare anche nelle abitazioni private

    • feste
    • di ricevere più di sei persone non conviventi

    Ristorazione

    Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite sino alle ore 24 con consumo al tavolo con un massimo di 6 persone per tavolo, e sino alle ore 18 senza consumo al tavolo.
    La ristorazione con asporto è consentita fino alle ore 24, mentre la ristorazione con consegna a domicilio senza limitazioni di orario.

    I ristoratori devono affiggere un cartello con il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale.

    Scuola

    L'attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi per l'infanzia continua a svolgersi in presenza.
    Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado (superiori) ricorrono alla didattica digitale integrata in modo complementare a quella in presenza e possono modulare gli orari ricorrendo a ingressi dopo le ore 9 e turni pomeridiani.

    Isolamento e quarantena

    Per rientrare in comunità è previsto:

    • per i casi positivi asintomatici, un periodo di isolamento di almeno 10 giorni e successivamente un test negativo (10 giorni + test)
    • per i casi positivi sintomatici, un periodo di isolamento di almeno 10 giorni con un test negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza sintomi (10 giorni, di cui almeno 3 giorni senza sintomi + test)
    • per i casi positivi a lungo termine, cioè che, pur non presentando più sintomi da almeno una settimana, continuano a risultare positivi, che possano interrompere l’isolamento dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi
    • per i contatti stretti asintomatici, un periodo di quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso oppure di 10 giorni dall’ultima esposizione con un test negativo effettuato il decimo giorno

    Notizie correlate

    Scroll to top of the page