Assunzione di personale nei pronto soccorso. Mugnai e Cellai (Forza Italia): “Tempi sbagliati. Si poteva investire più risorse nelle borse per gli specializzandi”

“L'iniezione di personale nei pronto soccorso annunciata da Rossi con la previsione di 150 medici a partire dal corrente mese di luglio – sottolineano l'Onorevole Stefano Mugnai ed il Capogruppo di forza Italia in Consiglio comunale Jacopo Cellai – è la riprova della necessità di intervenire che caldeggiamo da tempo e delle lacune della riforma del 2015 ma non elimina il problema del personale del 118, fondamentale per la tutela dei cittadini, ancora di più in estate, che debbono essere debitamente formati per poter intervenire e che non potranno intervenire prima di autunno. E allora perché non assumerli prima in modo da renderli operativi già adesso? I tempi sono stati evidentemente sbagliati e la Giunta Rossi poteva investire più risorse nelle borse per gli specializzandi, tenendo presente i costi per sostenere il monte orario straordinario utilizzato al massimo per pagare l'attuale personale medico del 118. Senza dimenticare che per finanziare la neo legge sull'accoglienza il PD ci ha messo un minuto per trovare 4 milioni di euro in bilancio, legge sulla quale – concludono Mugnai e Cellai – siamo curiosi di conoscere l'opinione del Sindaco di Firenze Nardella”. (s.spa.)

Assunzione di personale nei pronto soccorso. Mugnai e Cellai (Forza Italia): “Tempi sbagliati. Si poteva investire più risorse nelle borse per gli specializzandi”

Scroll to top of the page