54° Premio Internazionale “Le Muse”

Sabato 1 giugno, alle 17,00, nel Salone dei Cinquecento organizzato dall'Accademia internazionale “Le Muse”

Sabato 1 giugno 2019 alle ore 17.00 nel Salone dei Cinquecento, in Palazzo Vecchio, verrà solennemente consegnato, alla presenza delle maggiori autorità civili, militari e religiose, di un foltissimo pubblico proveniente da tante parti del mondo, il Premio internazionale “Le Muse” che giunge felicemente alla sua cinquantaquattresima edizione.

Il Premio, fondato da Giuliana Plastino Fiumicelli nel 1965, quando era sindaco Giorgio La Pira, da allora si è consolidato divenendo sempre più ambito e prestigioso. Una qualificata giuria seleziona terne di nomi illustri e famosi nel campo delle Lettere, delle Arti, delle Scienze, del Cinema, della Televisione. Tra i molti premiati negli anni precedenti, ci piace ricordarne alcuni: Tatiana Pavlova, Salvatore Quasimodo, Eduardo De Filippo, Herny Moore, Vittorio De Sica, Manzù, Mario Del Monaco, Maria Callas, Renata Tebaldi, Andrea Bocelli, Renato Natali, Luigi Comencini, Mario Camerini, Carla Fracci, Nino Manfredi, Alberto Sordi, Ingrid Bergman, Evtucenko, Marc Chagall, Laurence Olivier, Boris Cristoff, Peter O’Toole, Mario Luzi, Uto Ughi, Alain Delon, Sophia Loren, Pippo Baudo, Zubin Metha, Semjon Bjchkov, Menotti, Carlo Verdone, Enrico Vanzina, Marika Besobrasova, Stefania Sandrelli, Milly Carlucci, Carlo Giulini, Aurelio De Laurentiis, Ansiorg Wagner, Ornella Muti, Marta Romagna, Giorgio Albertazzi, Raimondo Vianello, Sandra Mondaini, Margherita Buy, Enrico Montesano, Lorella Cuccarini, Isabella Ferrari, Choichiro Motoyama, Gabriele Lavia, Eros Pagni, Giovanni Veronesi, Kaspar Capparoni, Federico Maria Sardelli, Bianca Guaccero, Leo Nucci, Tullio Solenghi, Enzo Cucchi, Daniele Gatti, Lino Banfi, Wang Hongjian, Giuliana Loyodice, Claudio Lippi, Marisa Laurito.

I premiati dell’ultima edizione (la cinquantatreesima), tutti presenti in Palazzo Vecchio alla cerimonia di premiazione, sono stati: Sergio Galbiati (Apollo Musagete) - Stefano Grifoni (Urania) – Pierangelo Scatena (Calliope) – Nicoletta Maraschio (Talia) – Pompea Santoro (Tersicore) – Giacomo Marramao (Clio) – Michail Jurowski (Polimnia) – Alessio Boni (Melpomene) - Mietta Sighele (Euterpe) - Luca Pignatelli (Erato) – Gianni Quaranta (X° Musa – il Cinema) – Leone Pompucci (XI° Musa – la Televisione).

Anche quest’anno, nel Salone dei ‘500, dopo gli squilli delle chiarine d’argento del Comune di Firenze, prenderanno la parola i rappresentanti del Comune, Regione e dell’Accademia. Tutti i premiati saranno quindi presentati ed intervistati dalla fondatrice del Premio ai quali viene consegnato un bassorilievo bronzeo raffigurante le Muse dello scultore Salvadori e un Diploma.

I premiati della cinquantaquattresima edizione che hanno tutti confermato la loro presenza in Palazzo Vecchio per sabato 1 giugno sono: Pippo Zeffirelli (Apollo Musagete) - Antonio Giovannini (Musa Euterpe-Canto) - Mario Ancillotti (Musa Polimnia-Musica) - Li Xiang Qun (Musa Erato-Pittura) - Fulvio Conti (Musa Clio-Storia) - Giuseppe Picone (Musa Tersicore-Danza) - Franco Buffoni (Musa Calliope-Poesia) - Stefano Mancuso (Musa Urania-Scienze) - Riccardo Bruscagli (Musa Talia-Lettere) - Ottavia Piccolo (Musa Melpomene-Teatro), Elisa Isoardi (XI° Musa–Televisione), Sonia Bergamasco (X° Musa–Cinema).

Durante la cerimonia entreranno a far parte dell’Accademia Internazionalele “Le Muse”: Giuseppe Solimene (Vice Questore Vicario Firenze), Enrico Vitali Casanuova (Avvocato – Scrittore – Console on. El Salvador) e Gualserio Zamperini (Imprenditore – Console on. Tunisia).

Il Premio si avvale del patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze. (s.spa.)

54° Premio Internazionale “Le Muse”

Scroll to top of the page