comune di firenze
English Version
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su YouTube
Percorso: Home > Comune di Firenze > Archivio notizie
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina RSS Condividi su Twitter Condividi su Facebook

News totale: 355 - Pagina 1 di 24 - 15 risultati per pagina
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Piano sicurezza per la sera dei 'Fochi'

In vigore dalle 20 alle 24 tra Ponte alle Grazie e Ponte San Niccolò. Gli altri provvedimenti.

Piano sicurezza per la sera dei 'Fochi'



L’amministrazione comunale, di concerto con le forze dell’Ordine e con la Protezione Civile,  ha predisposto un piano di agibilità dei Lungarni per consentire ai cittadini di assistere ai Fochi di San Giovanni in piena sicurezza. La misura, varata ai sensi del Decreto Minniti e della recente circolare del Capo della Polizia Gabrielli, si è resa necessaria per la concentrazione di eventi che è prevista nel corso della giornata di festa del patrono (calcio storico, concerto alle Cascine, smontaggio di Pitti Bambino).
Gli ingressi all’area pedonalizzata sul Lungarno, che entrerà in vigore dalle ore 20 e si protrarrà fino alle 24, avverranno attraverso quattro varchi presidiati: due dalla parte del centro (lungarno delle Grazie, lato ovest, e Lungarno della Zecca, lato est) e due dalla parte di Oltrarno (lungarno Serristori, lato ovest, e Lungarno Cellini, lato est). Attraverso i varchi si procederà al controllo degli accessi e verrà monitorato il livello di agibilità delle due aree del Lungarno che prevedono una capienza massima di 12.000 persone dalla parte di Oltrarno e di 8.000 dalla parte del centro.
A tutti i partecipanti verrà distribuita una mappa con l’indicazione delle vie di fuga che saranno complessivamente 9: 5 dal lato Oltrarno (2 in piazza Poggi, 2 in piazza Demidoff e 1 in via Lupo) e 4 dal lato Centro (2 in piazza Cavalleggeri, 1 in lungarno delle Grazie, 1 in via delle Casine).
Il Ponte alle Grazie resterà chiuso per tutta la durata della manifestazione.
Deroghe sono previste solo per i residenti, che potranno entrare anch'essi a piedi e dopo aver esibito la carta di identità ad uno dei quattro varchi, e per gli ospiti di alberghi all'interno dell'area presidiata (anche questi ultimi lo potranno fare solo a piedi e dovranno dimostrare, con la prenotazione, di avere diritto all'accesso). Gli ospiti dei residenti potranno entrare ma solo fino alle 20. Dalle 18 alle 24 sarà vietata la vendita di bevande in bottiglie, contenitori di vetro e lattine in tutti gli esercizi pubblici e di vicinato e in forma ambulante che si trovano all'interno dell'area. In tutta la zona transennata è inoltre vietata l'introduzione di bottiglie e contenitori di vetro, lattine nonché di artifici pirotecnici sia classificati che di libera vendita e di qualsiasi altro materiale esplodente.
I cittadini iscritti alla messaggistica Alert System riceveranno una comunicazione registrata del sindaco con le informazioni essenziali e l’indicazione di alcune fondamentali linee di comportamento (invito ad avvalersi dei mezzi pubblici, atteggiamento vigile e responsabile, segnalazione alle forze dell’ordine di problematiche e criticità di qualsiasi natura).

Chiusure e provvedimenti di viabilità

L’impianto della viabilità conferma quello degli scorsi anni ma viene ampliata per ragioni di sicurezza l’area interessata dai divieti di sosta già dal mattino del 24 e quella chiusa al transito veicolare (dalle 20): ai consueti lungarni della Zecca Vecchia e lungarno alle Grazie, viale dei Colli (da piazza Ferrucci a piazzale Galileo) e zona di piazzale Michelangelo, si aggiunge la chiusura dell’area tra Ponte alle Grazie (compreso) e Ponte San Niccolò (escluso).
Si inizia con la chiusura già da venerdì 23 giugno di piazzale Michelangelo e viale Poggi (divieti di sosta dalle 8, di transito dalle 23). Rispetto all'anno scorso saranno ampliate le zone con divieti di sosta già dalle 8 del mattino del 24 giugno che riguarderanno sia le aree destinate al pubblico sia le vie di fuga individuate dall’apposito piano: lungarno della Zecca Vecchia, lungarno alle Grazie, lungarno Serristori, lungarno Cellini, lungarno Pecori Giraldi, piazza Piave, via delle Casine (nel tratto lungarno della Zecca Vecchia-via Tripoli), via Tripoli, piazza Cavalleggeri, piazza Demidoff, via Lupo, piazza Poggi, Volta dei Tintori.
Dalle 13.30 scatteranno i primi divieti di transito sui lungarni delle Grazie e della Zecca Vecchia ma la gran parte delle chiusure prenderanno il via dalle 20 e interesseranno i lungarni compresi tra Ponte alle Grazie e Ponte San Niccolò sulle due sponde: ai già chiusi lungarni alle Grazie e della Zecca Vecchia si aggiungono i lungarni Serristori e Cellini (sarà però mantenuta la possibilità di uscire dall’area all’altezza del varco di piazza Poggi) e piazza Poggi. Anche il Ponte alle Grazie sarà off limits per ospitare il centro operativo di coordinamento della Protezione civile. Oltre alla chiusura dei lungarni sono previsti provvedimenti propedeutici nelle vie che conducono alla zona chiusa. Dalle 20 quindi divieto di transito in Borgo Santa Croce, via Magliabechi. In via di Tripoli previsto un senso unico nei tratti piazza Piave-via delle Casine e via delle Casine-piazza Cavalleggeri verso via delle Casine. Si conferma dalle 20 anche la chiusura del viale dei Colli (viale Michelangelo-viale Galilei) da piazza Ferrucci (esclusa) a piazzale Galilei (esclusa), via dei Bastioni, via Marsuppini, via Monte alle Croci.
Per facilitare l’uscita dall’area off limits saranno disattivate le porte telematiche sulle corsie di via dei Benci e lungarno Diaz e verrà attivato un percorso per l’uscita dall’Oltrarno con l’apertura dell’area pedonale di San Niccolò (itinerario via di San Niccolò-via di San Miniato-via Belvedere in direzione di via San Leonardo).

Sabato 24 giugno oltre ai tradizionali Fochi di San Giovanni sono in programma ulteriori eventi: la finale del Calcio Storico, il concerto di Eddie Vedder+Samuel alle Cascine (ma anche il 23 con Aerosmith + Placebo e il 25 con System of a Down + Prophets of Rage) e lo smontaggio di Pitti Immagine Bimbo. Ecco alcune informazioni relative alla circolazione.

Concerti al Visarno

Venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 giugno tornano i concerti all’Arena Visarno con gli appuntamenti di Firenze Rocks. Dal punto di vista dei provvedimenti di circolazione si conferma, con qualche piccola modifica, l’impianto già in vigore per il concerto dei Radiohead mercoledì scorso. Quindi la chiusura del parco delle Cascine dalle 9 di venerdì 23 giugno fino alle 2 di sabato 24, e ancora dalle 9 di sabato 24 alle 2 di domenica 25, infine dalle 9 di domenica 25 alle 2 di lunedì 26 giugno. I divieti di sosta saranno invece no stop dalla mattina di venerdì fino alle 2 di lunedì 26 giugno in via del Fosso Macinante, via del Visarno (da via del Fosso Macinante a piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi, via del Visarno (tra via delle Cascine e piazzale Jefferson escluso il tratto compreso tra via Fosso Macinante e piazzale Jefferson) con deroga per i mezzi autorizzati. In piazzale Vittorio Veneto saranno allestiti il parcheggio riservato ai bus dei fans club (nell’area compresa tra lungarno Vespucci, viale Fratelli Rosselli fino all’altezza di Corso Italia) e a ciclomotori e motocicli (tra via degli Olmi, via del Fosso Macinante e viale Fratelli Rosselli). Piazzale delle Cascine (dal lato vasca su tutto il fronte compreso tra viale del Quercione e viale della Tinaia) sarà riservato invece al parcheggio per i mezzi dei disabili. Divieti di sosta anche in via delle Cascine (dal lato della Manifattura Tabacchi) per le fermate del trasporto pubblico.
Per quanto riguarda la chiusura (dalle 9 fino alle 2 del giorno successivo) i divieti di transito interesseranno via del Fosso Macinante, via del Visarno (tra via del Fosso Macinante e piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi (tra piazzale Jefferson a piazzale delle Cascine), via delle Cascine (tra via Paisiello e piazzale delle Cascine) con deroga per i mezzi dei disabili e gli autorizzati, via del Barco (tra via Vespucci e viale Pegaso) con deroga per frontisti, via del Visarno (tra via delle Cascine e piazzale Jefferson escluso il tratto tra via del Fosso Macinante e piazzale Jefferson) con deroga per autorizzati. Previsti parcheggi dedicati a chi deve raggiungere le Pavoniere e le altre strutture del Parco in viale Lincoln da piazzale Vittorio Veneto.
Per consentire di raggiungere il parco con i mezzi pubblici, è confermato il potenziamento del servizio di tramvia e bus. Gest ha predisposto il prolungamento straordinario del servizio della Linea 1 fino alle 2 di notte con corse supplementari. Sarà a disposizione anche il nuovo parcheggio intermodale di Villa Costanza, a due passi dalla fermata della tramvia, a cui si può accedere direttamente dall’autostrada, e quello al capolinea sul territorio del Comune di Scandicci. Anche il servizio Ataf sarà potenziato nella fascia oraria 23-2. In particolare venerdì 23 e sabato 24 giugno al servizio già incrementato per ztl notturna sulle linee 6, 11, 14, 17, 22, 23, C3 e D si aggiungerà una vettura sulla linea 17. Per domenica 25 giugno si prevede un incremento di servizio sulla tratta Cascine-stazione Santa Maria Novella in orario 23.30-2. Previste aree sosta per taxi per il servizio a fine concerto in piazzale Vittorio Veneto (in corrispondenza della corsia dei trasporti eccezionali), in viale dell’Aeronautica all’altezza di piazzale delle Cascine (con uscita da via del Barco) e in via delle Cascine all’altezza del Dopolavoro Ferroviario. Per info www.gestramvia.com, www.ataf.net, www.visarnoarena.it, www.firenzerocks.it

Calcio storico

Sabato pomeriggio si disputerà la finale del Calcio storico che inizierà leggermente prima per evitare la contemporaneità con i provvedimenti relativi ai Fochi e per consentire il deflusso del pubblico. Dal punto di vista della circolazione sarà riproposto lo provvedimento già in vigore in occasione delle semifinali con l’anticipo del divieto per passaggio corteo dalle 16 alle 15.30. In dettaglio tra le 7 e le 8 scatteranno i divieti di sosta nell’area intorno a Santa Croce che in parte anticipano quelli previsti per i Fochi, ovvero: via dei Benci, Borgo Santa Croce, via Magliabechi, piazza Santa Croce, largo Bargellini, Corso Tintori, via da Verrazzano, piazza Cavalleggeri, via dell'Anguillara (tra piazza Santa Croce e via dei Bentaccordi), piazza Peruzzi. Alle 12 scatteranno divieti di sosta sull'itinerario piazza Santa Maria Novella, via dei Banchi, via dei Rondinelli, piazza Antinori, via Tornabuoni, via degli Strozzi, piazza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, piazza della Signoria, piazzale degli Uffizi, via della Ninna, via dei Neri (fino alle 17.30).
Per quanto riguarda le chiusure al transito nell'area di Santa Croce e limitrofe, quest'anno i divieti saranno anticipati alle 11 e andranno avanti fino alla fine delle partite. I provvedimenti riguardano piazza Piave (corsia che immette sul lungarno della Zecca Vecchia), via dei Benci, Corso Tintori, via Magliabechi, largo Bargellini, via San Giuseppe, via San Cristofano, via Giovanni da Verrazzano, via dei Pepi (tra via Ghibellina e piazza Santa Croce), via delle Pinzochere, Borgo Allegri (tra via Ghibellina e via San Giuseppe), via Torta (tra via Isole delle Stinche e via Verdi), via dell'Anguillara (tra piazza Santa Croce a via dei Bentaccordi), Borgo dei Greci, Borgo Santa Croce, piazza Peruzzi, Borgo Santa Croce. Dalle 15 previsto un divieto di transito (per per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo) in piazzetta di Parte Guelfa, via Pellicceria, piazza della Repubblica, via Strozzi, via della Spada, via del Sole, piazza Santa Maria Novella. Dalle 15.30 (anticipato di mezz’ora) per il passaggio del corteo divieto di transito sull'itinerario piazza Santa Maria Novella, via dei Banchi, via dei Rondinelli, piazza Antinori, via Tornabuoni, via degli Strozzi, piazza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, piazza della Signoria, piazzale degli Uffizi, via della Ninna, via dei Neri, via dei Benci, Borgo la Croce, via Magliabechi e piazza Santa Croce. Infine dalle 19 ulteriori chiusure (per il tempo strettamente necessario al rientro del corteo) sono previste in Borgo dei Greci, piazza San Firenze, via dei Gondi, piazza della Signoria, via Calzaiuoli, via Porta Rossa, piazzetta di Parte Guelfa.

Pitti Bimbo

Il 24 è previsto anche lo smontaggio di Pitti Immagine Bimbo. Confermati quasi tutti i provvedimenti già istituiti per il disallestimento di Pitti Uomo con esclusione della chiusura dell’ultimo tratto di via Lorenzo il Magnifico.
Quindi il divieto di transito in via Caduti di Nassirya con orario però ridotto (dalle 6 alle 19): deroga per i mezzi interessati che potranno anche parcheggiare nella corsia di destra della carreggiata. Via libera al transito dei mezzi di soccorso, ai mezzi di trasposto pubblico urbano ed extraurbano, ai taxi e agli Ncc. E soprattutto la chiusura in viale Strozzi sul lato di piazzale Montelungo (dal sottopasso Belfiore al sottopasso Fratelli Rosselli): dalle 15 alle 19 potranno circolare solo i mezzi di soccorso e polizia, veicoli interessati. Nello stesso tratto (lungo il bastione ferroviario) revoca delle fermate bus e l’istituzione di un divieto di sosta con rimozione. Confermato il tratto di 100 metri, dall’intersezione Caduti di Nassirya, per la sosta dei bus del trasporto pubblico urbano ed extraurbano mentre il restante tratto verrà riservato all’arresto dei mezzi interessati alla manifestazione nelle due corsie lato ferrovia. Si replica anche il provvedimento in via Detti, sul lato adiacente a viale Nenni, per lo spostamento delle fermate dei mezzi del trasporto pubblico delle linee nazionali e internazionale. Confermato anche l’utilizzo della Rampa Spadolini, tra viale Strozzi e Ponte degli Alpini, per la sosta dei mezzi dello smontaggio in attesa di poter entrare alla Fortezza per le operazioni di disallestimento.

FIRENZE ROCKS

23-25 giugno, tre giorni di rock n’roll all’ Ippodromo del Visarno (Visarno Arena)

FIRENZE ROCKS

 

Un giugno in pieno stile rock n’roll quello di quest’anno a Firenze, dopo il concerto dei Radiohead, torna, al Parco delle Cascine ( Visarno Arena), il grande rock. Tre giorni da vivere a tutto volume. Il festival inizia il 23 con la storia dell’hard rock, gli Aerosmith, ma anche con il rock alternativo dei Placebo, il 24 ci faranno compagnia Eddie Vedder, leader e voce dei Pearl Jam e Samuel, voce dei Subsonica, e il 25 il metal dei System of a Down.

 
Il programma nel dettaglio
 23 Giugno
- Apertura cancelli ore 12,00
- Inizio concerti ore 17,00
- Artisti; Aerosmith, Placebo, Deaf Havana, Jack Lukeman

 24 Giugno
- Apertura cancelli ore12,00
- Inizio concerti ore 17,00
- Artisti; Eddie Vedder, Samuel, Glen Hansard, Eva Pevarello (Il concerto dei Cranberries precedentemente annunciato per il 24 è stato annullato)

 25 Giugno
- Apertura cancelli ore 12,00
- Inizio concerti ore 17,00
- Artisti; System of a Down, Prophet of Rage, Don Broco, Mallory Knox

Per ulteriori info:   http://www.visarnoarena.it/       http://www.firenzerocks.it/


Provvedimenti di viabilità
Dal punto di vista dei provvedimenti di circolazione si prevede la chiusura del parco delle Cascine dalle 9 di venerdì 23 giugno fino alle 2 di sabato 24, e ancora dalle 9 di sabato 24 alle 2 di domenica 25, infine dalle 9 di domenica 25 alle 2 di lunedì 26 giugno.

I divieti di sosta saranno invece no stop dalla mattina di venerdì fino alle 2 di lunedì 26 giugno in via del Fosso Macinante, via del Visarno (da via del Fosso Macinante a piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi, via del Visarno (tra via delle Cascine e piazzale Jefferson escluso il tratto compreso tra via Fosso Macinante e piazzale Jefferson) con deroga per i mezzi autorizzati.

In piazzale Vittorio Veneto saranno allestiti il parcheggio riservato ai bus dei fans club (nell’area compresa tra lungarno Vespucci, viale Fratelli Rosselli fino all’altezza di Corso Italia) e a ciclomotori e motocicli (tra via degli Olmi, via del Fosso Macinante e viale Fratelli Rosselli). Piazzale delle Cascine (dal lato vasca su tutto il fronte compreso tra viale del Quercione e viale della Tinaia) sarà riservato invece al parcheggio per i mezzi dei disabili. Divieti di sosta anche in via delle Cascine (dal lato della Manifattura Tabacchi) per le fermate del trasporto pubblico.

Per quanto riguarda la chiusura, dalle 9 fino alle 2 (del giorno successivo), i divieti di transito interesseranno via del Fosso Macinante, via del Visarno (tra via del Fosso Macinante e piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi (tra piazzale Jefferson a piazzale delle Cascine), via delle Cascine (tra via Paisiello e piazzale delle Cascine) con deroga per i mezzi dei disabili e gli autorizzati, via del Barco (tra via Vespucci e viale Pegaso) con deroga per frontisti, via del Visarno (tra via delle Cascine e piazzale Jefferson escluso il tratto tra via del Fosso Macinante e piazzale Jefferson) con deroga per autorizzati. Previsti parcheggi dedicati a chi deve raggiungere le Pavoniere e le altre strutture del Parco in viale Lincoln da piazzale Vittorio Veneto.

Per consentire di raggiungere il parco con i mezzi pubblici, è confermato il potenziamento del servizio di tramvia e bus. Gest ha predisposto il prolungamento straordinario del servizio della Linea 1 fino alle 2 di notte con corse supplementari. Sarà a disposizione anche il nuovo parcheggio intermodale di Villa Costanza, a due passi dalla fermata della tramvia, a cui si può accedere direttamente dall’autostrada, e quello al capolinea sul territorio del Comune di Scandicci. Anche il servizio Ataf sarà potenziato nella fascia oraria 23-2. In particolare venerdì 23 e sabato 24 giugno al servizio già incrementato per ztl notturna sulle linee 6, 11, 14, 17, 22, 23, C3 e D si aggiungerà una vettura sulla linea 17. Per domenica 25 giugno si prevede un incremento di servizio sulla tratta Cascine-stazione Santa Maria Novella in orario 23.30-2. Previste aree sosta per taxi per il servizio a fine concerto in piazzale Vittorio Veneto (in corrispondenza della corsia dei trasporti eccezionali), in viale dell’Aeronautica all’altezza di piazzale delle Cascine (con uscita da via del Barco) e in via delle Cascine all’altezza del Dopo Lavoro Ferroviario.

Per ulteriori info www.gestramvia.com  www.ataf.net

 

Somministrazione bevande 

Divieto di vendita per asporto di bevande in bottiglie e in qualsiasi altro contenitore di vetro da parte di qualsiasi esercizio autorizzato, nonché la somministrazione di bevande in contenitori di vetro da parte di esercizi in forma ambulante. Il divieto riguarda l’area di via del Fosso macinante, viale del Visarno, via delle Cascine, piazzale delle Cascine, viale dell’Aeronautica, viale Washington, piazzale Kennedy, viale dei Lecci, viale Lincoln, piazzale Vittorio Veneto dalle 9 del 23 giugno alle 01 del 24 giugno, dalle 9 del 24 giugno alle 01 del 25 giugno e dalle 9 del 25 giugno alle 01 del 26 giugno.

 

Foto: firenzerocks.it 

 

24 giugno, Firenze festeggia il patrono San Giovanni Battista

Cerimonia dei ceri, Calcio Storico, apertura Torre di S.Niccolò e conclusione con i 'Fochi'

24 giugno, Firenze festeggia il patrono San Giovanni Battista



Come ogni anno, il  24 giugno  Firenze si veste a festa per le celebrazioni in onore di San Giovanni Battista, il Santo Patrono della città. Per l’occasione tutta la città sarà coinvolta nei festeggiamenti dove si fonderanno rievocazioni storiche, cerimonie religiose, eventi agonistici e culturali.

La Cerimonia dei Ceri

Al mattino, ore 10,30, è in programma la solenne cerimonia in Duomo con  l’offerta dei Ceri. Anticamente era obbligatorio per nobili e signori di Firenze fare un’offerta al Santo Patrono della città, che consisteva in ceri e pali.  Una parte dei ceri donati a San Giovanni doveva poi ardere per tutto l’anno nel Battistero dedicato a San Giovanni che si trova di fronte al Duomo. Con l’aumentare della potenza di Firenze, i ceri divennero enormi e sempre più riccamente adornati.
Ancora oggi  la mattina del 24 Giugno il Corteo della Repubblica Fiorentina insieme al Cerimoniale  si reca da Piazza della Signoria insieme alle Autorità Cittadine al Battistero per offrire i ceri al proprio Patrono, dopo di che viene celebrata la messa solenne con l’ostensione della reliquia del Santo.

Questo il percorso seguito dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina.
Partenza, ore 8,30, da Piazzetta di Parte Guelfa, via Porta Rossa, via Calimala, piazza della Repubblica, via Roma, piazza San Giovanni, piazza Duomo, Loggia del Bigallo (qui il corteo si unisce a quello della Società San Giovanni), piazza del Duomo,via Calzaiuoli, piazza della Signoria (sosta per l’omaggio al Sindaco, ore 9 circa), via Calzaiuoli, piazza S. Giovanni e arrivo in Battistero per la cerimonia. Il Corteo riparte poi da Piazza San Giovanni proseguendo per via Roma, piazza della Repubblica, via Calimala, via Porta Rossa, via Pellicceria, ritorno in piazzetta di Parte Guelfa.


La finale del Calcio Storico

La finale del Calcio Storico vedrà opposte in piazza Santa Croce le compagini dei Rossi e dei Bianchi. Naturalmente a precedere e concludere l’evento provvederà il classico Corteo Storico della Repubblica Fiorentina che muoverà da Palagio di parte Guelfa alle ore 14:45 percorrendo via Pellicceria, piazza della Repubblica, via Strozzi, via della Spada, via del Sole, raggiungendo intorno alle ore 15 Piazza Santa Maria Novella dove si uniranno i calcianti con le rappresentanze dei rispettivi colori. Il corteo al completo proseguirà  alle 15,30 per  via de’ Banchi, via Rondinelli, via Tornabuoni, via Strozzi, piazza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, piazza della Signoria, via della Ninna, via de’ Neri, Borgo Santa Croce, per entrare infine in piazza Santa Croce, sede dell’evento. Al termine della partita si snoderà il corteo di rientro al Palagio di Parte Guelfa attraverso  Borgo de Greci, piazza San Firenze, via de’ Gondi, piazza Signoria, via Calzaiuoli, via Porta Rossa, Piazzetta di Parte Guelfa

 

Ripartono le visite alle torri storiche del'antica cinta muraria

Dal 24 giugno riaprono la Torre di San Niccolò, la Torre della Zecca e Porta Romana. Novità di quest'anno l'apertura del Baluardo a San Giorgio.

L’accesso, come sempre, avviene con visite guidate su prenotazione al costo di 4 euro.

Torre San Niccolò, porta maestra a ridosso dell’Arno edificata intorno al 1345.
Accessi: tutti i giorni, dal 24 giugno al 31 agosto, ore 17-20,  dal 1 al 30 settembre,  ore 16-19.

Torre della Zecca, il luogo dove venivano coniate le monete fiorentine.
Accessi: 15 luglio, ore 17-20, 19 agosto ore 17-20, 16 settembre, ore 16-19, 14 ottobre, ore 15-18.

Porta Romana, dove si può percorrere uno dei pochi tratti agibili delle mura.
Accessi: 22 luglio, ore 17-20, 26 agosto, ore 17-20, 23 settembre, ore 16-19, 21 ottobre, ore 15-18

Baluardo a San Giorgio, costruito intorno al 1552 per volere di Cosimo I.
Accessi: 8 luglio, ore 17-20, 12 agosto, ore 17-20, 9 settembre, ore 16-19, 7 ottobre ore 15-18

Le torri, ad eccezione del Baluardo a San Giorgio, non sono accessibili ai disabili motori

Info e prenotazioni: tel. 055.2768224  info@muse.comune.fi.it  www.musefirenze.it

 

I 'Fochi' visti da Palazzo Vecchio e dal Forte di Belvedere

In serata il gran finale con i tradizionali ‘fochi’ che attireranno sul Lungarno migliaia di fiorentini e di visitatori. Anche quest’anno sarà possibile ammirare i tradizionali fuochi d’artificio dal camminamento di ronda o dalla Terrazza di Saturno, due dei luoghi più suggestivi di Palazzo Vecchio (costo 50 euro, prenotazione obbligatoria tel.055-2768224 055-2768558  o via mail info@muse.comune.fi.it). Il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Angeli del Bello.

Si potrà assistere ai Fochi anche dagli spalti del Forte di Belvedere versando un contributo simbolico di € 20 all’Associazione di San Giovanni Battista che da oltre 200 anni organizza lo spettacolo pirotecnico. Dalle 20 in poi l’attesa dei fochi trascorrerà piacevolmente con la degustazione di piatti tipici toscani e assistendo allo spettacolo "Io canto e tu", dedicato al Maestro Giancarlo Bigazzi, grande autore toscano, a cui renderà omaggio il trio composto da Motin, Raffaele Giglio e Giorgio Gulì. Fino alle ore 20 sarà possibile accedere al Forte di Belvedere con le autovetture ma poi scatterà l’ordinanza di chiusura in vigore in tutta la zona fino alle 24 e dunque si potrà arrivare sul posto solamente a piedi.



 

Fonte immagine youtube.com

Bando per il Servizio Civile Nazionale

101 i volontari richiesti dal Comune per 10 progetti. Domanda da presentare entro il 26 giugno

Bando per il Servizio Civile Nazionale



Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha indetto un Bando per la selezione di 47340 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in Italia e all'Estero, di cui 894 in Toscana.
Per il Comune di Firenze sono stati finanziati questi 10 progetti in ambito sociale e culturale per un totale di 101 volontari:
Progetto Attavante in servizio  (6 volontari)
Progetto Promozione della domiciliarietà (17 volontari)
Sostegno alla genitorialità delle persone adulte con disagio  (9 volontari)
Progetto Lumineers-Servizio Civile per l’inclusione sociale  (6 volontari)
Sos Tutela Minori  (13 volontari)
Progetto Mano nella Mano – Sostegno Anziani e Disabili  (10 volontari)
Progetto Le Periferie al Centro  (6 volontari)
Progetto L’abitato Costruito della Città, Identità, Conservazione e Trasformazione. due secoli di storia del Comune di Firenze  (10 volontari)
Le Biblioteche per l’apprendimento permanente (20 volontari)
Share Firenze- Diffondere e promuovere la cultura  (4 volontari)

Chi può fare domanda?

Possono partecipare ai bandi i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, sono esclusi dalla partecipazione alla selezione solo gli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia.
I giovani, inoltre, devono possedere una serie di requisiti:
essere cittadini italiani o cittadini degli altri Paesi dell’Ue o cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia; non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Per alcuni progetti è necessario possedere un titolo di studio specifico che è indicato nel paragrafo “Condizioni di servizio ed aspetti organizzativi” della Scheda Progetto. I volontari percepiranno un assegno mensile di 433,80 Euro per un periodo di 12 mesi.

Come si partecipa?

Bando, la domanda di partecipazione (Allegato 2), la Dichiarazione dei Titoli (Allegato 3) e la sintesi dei progetti, sono reperibili sul sito del Comune di Firenze sezione Bandi e Avvisi oppure possono essere richiesti inviando una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: servizio.civile@comune.fi.it  o rivolgendosi direttamente all’Ufficio Servizio Civile del Comune di Firenze in via Palazzuolo 12, piano secondo, telefono 055/2616403-4-9 - aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, ore  9-13 (martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17)

La domanda va presentata entro il  26 giugno, ore 14.

La domanda, completa della documentazione richiesta, dovrà pervenire all’ ufficio
Servizio Civile, via Palazzuolo 12, 50123 Firenze con le seguenti modalità:
1. a mano; 2. per posta, a mezzo raccomandata a/r, con tutta la documentazione allegata (non fa fede il timbro postale di spedizione ma quello di arrivo; 3. invio tramite pec, di cui è titolare l’interessato, allegando tutta la documentazione richiesta in formato pdf, al seguente indirizzo: direzione.servizisociali@pec.comune.fi.it
Nell’oggetto dovrà essere specificato: “domanda di ammissione al servizio civile nazionale”.
E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale; la presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione.
Alla domanda dovranno essere allegati:
1. fotocopia del documento di identità; 2. fotocopia del codice fiscale; 3. 1 foto formato tessera 4. scheda contenente i dati relativi ai titoli.

Il calendario dei colloqui sarà pubblicato sulla HOME PAGE del COMUNE DI FIRENZE. Tale pubblicazione avrà valore di notifica della convocazione e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenti nei giorni stabiliti senza giustificato motivo sarà escluso dallaselezione.


INFO: Comune di Firenze, Ufficio Servizio Civile,  tel. 055.2616403-4-9 servizio.civile@comune.fi.it

 

20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato

A partire da stasera illuminazione della facciata di Palazzo Vecchio

20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato



Un dramma che coinvolge decine di milioni di persone

In un mondo agitato da conflitti devastanti che continuano a provocare ondate bibliche di profughi l’appuntamento annuale con la Giornata Mondiale del Rifugiato, in programma il 20 giugno per iniziativa delle Nazioni Unite, non suona certo rituale o retorico.
La Giornata si celebra in tutto il mondo per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione sui profughi (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Il tema della Giornata mondiale è ‘Con i rifugiati’ (#WithRefugees), messaggio con il quale l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) intende incoraggiare la solidarietà verso le persone rifugiate attraverso una campagna globale di sensibilizzazione delle comunità di accoglienza portando all’attenzione collettiva la condizione di oltre 65 milioni di rifugiati e richiedenti asilo.

Illuminazione della facciata di Palazzo Vecchio

Firenze si schiera con UNHCR  proiettando sulla facciata di Palazzo Vecchio, la notte tra il 19 e il 20 giugno, il logo dell’Agenzia Onu per i rifugiati e lo slogan #WithRefugees. L'installazione sarà realizzata a cura della Silfi a partire dalle 21.15.

Alle Oblate un libro sull’epidemia Ebola

Martedí 20 giugno, ore 18, all’Altana della biblioteca delle Oblate viene presentato il libro ‘Intoccabili. Un medico italiano nella più grande epidemia di Ebola della storia' (edito da Marsilio in collaborazione con Medici senza frontiere) di Valerio La Martire. Interviene l’antropologa Maria Cristina Manca, operatrice umanitaria di Medici senza frontiere durante l’emergenza Ebola. Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.

Una sfida che chiama in causa tutti noi

La Giornata del Rifugiato rappresenta  un’occasione importante per rispondere positivamente alle sollecitazioni di una condizione che coinvolge un numero sempre maggiore di persone. Una realtà che spesso viene presentata come un dato di fatto ineluttabile, come se dietro questa tragedia non vi fossero processi storici che spesso vedono nell’Occidente un protagonista tutt’altro che innocente, per non parlare del sistematico silenzio attorno alle motivazioni economiche, politiche e ambientali che alimentano  incessantemente la pressione migratoria verso le nostre frontiere.
Per noi italiani la Giornata del Rifugiato cade ogni volta che una carretta del mare si inabissa davanti alle nostre coste, ogni volta che un sogno di fuga dalla guerra e dalla violenza si conclude tragicamente sulla soglia di casa nostra.
In un contesto del genere questo evento aiuta a sottrarre una materia così incandescente alle semplificazioni e alla suggestione emotiva da cui trae alimento anche nella nostra Europa buona parte del populismo politico.

Estate Fiorentina 2017

Centinaia di eventi programmati in spazi centrali e periferici. Tutti gli aggiornamenti sul sito dedicato

Estate Fiorentina 2017

 

L’estate fiorentina entra nel vivo ed è già possibile consultare in tempo reale il calendario degli eventi sul sito  www.estatefiorentina.it
Tanti gli spazi del centro storico pronti a offrirsi come luoghi di cultura, svago e divertimento, dal piazzale degli Uffizi al piazzale Michelangelo, dalla spiaggia sull’Arno alle Murate, da piazza Tasso a Santa Croce, ma tantissimi eventi verranno allestiti anche nelle zone più periferiche. Come ormai avviene da anni anche i quartieri si propongono infatti con  loro spazi specifici di produzione e programmazione culturale, mettendo in campo il proprio patrimonio architettonico e paesaggistico e offrendosi come palcoscenico di promozione per i giovani talenti e i gruppi emergenti.
In programma musica, teatro, danza, performing arts, cinema, biblioteche, dal festival Musart in piazza Santissima Annunziata alla Visarno Arena, dal Cirk Fantastic al Festival au Desert. Molta attesa per la prima volta del cinema all’aperto nel piazzale degli Uffizi. Da rilevare anche  progetti speciali come il Firenze jazz Fringe Festival, Secret Florence, Genius Loci in Santa Croce, la Maratona dell’architettura radicale e il ricordo dei 30 anni di ‘Camera con vista’ del regista James Ivory.
L’immagine dell’Estate è dell’illustratore Mattia Botta mentre la presentazione grafica è a cura de Le Macchine Celibi.

Tutte le info su www.estatefiorentina.it

#EstateFi

Lavori al sottopasso Talenti

Chiusura in uscita città per tutta l’estate. Gli itinerari alternativi.

Lavori al sottopasso Talenti

 

Inizierà il 19 giugno il consolidamento del muro del sottopasso Talenti che comporterà la chiusura  della direttrice in uscita città verso la Fi-Pi-Li non solo ovviamente nel sottopasso stesso ma anche, per ragioni di sicurezza, nella viabilità di superficie adiacente alla sottovia.
Per bypassare il tratto chiuso saranno utilizzate via Cecioni e via Andreotti. Quindi i mezzi in uscita città una volta arrivati all’altezza di via Cecioni (subito dopo il centro commerciale Incoop e Upim) gireranno a destra in questa strada percorrendola per alcune centinaia di metri, fino all’incrocio  con via Andreotti dove svolteranno a sinistra  rientrando su via Canova, da dove potranno impegnare la rotatoria verso  viale Etruria e la Fi-Pi-Li.
Nella giornata di lunedì 19 giugno sono in programma le opere propedeutiche alla viabilità alternativa in via Cecioni e in via Andreotti dove sarà eliminata la sosta su un lato in modo da rendere agibili due corsie.
Dal giorno successivo, martedì 20 giugno, inizierà la predisposizione del cantiere con la chiusura della corsia nel sottopasso e della viabilità di superficie adiacente. I lavori andranno avanti fino a fine agosto. Al termine dell’intervento sarà nuovamente disponibile anche la corsia del sottopasso chiusa dal 2014.
L'intervento fa seguito ai lavori di stabilizzazione in somma urgenza effettuati tra fine 2013 e inizio 2014 e sarà effettuato sul muro a retta della rampa di discesa del sottopasso di viale Talenti all'angolo con via Foggini in direzione della FI-PI-LI. Prima sarà realizzata una berlinese di pali ai quali ancorare i tiranti collocati nell’intervento dello scorso anno, poi si procederà alla demolizione del muro esistente. Infine è prevista la collocazione di un paramento in cemento armato per confinare le zone discontinue della berlinese e dare continuità alla parete della rampa.
La tempistica prevede la conclusione dei lavori e il ripristino completo della viabilità prima dell’inizio delle scuole attorno a metà settembre.

Fonte foto Isolotto Legnaia Firenze

mappa-talenti

'Ytalia' al Forte di Belvedere

Fino al 1° ottobre una nuova grande mostra di arte contemporanea

'Ytalia' al Forte di Belvedere



La mostra

Dal 2 giugno al 1° ottobre, dopo le grandi retrospettive monografiche di Giuseppe Penone, Antony Gormley e Jan Fabre, la superba cornice di Forte di Belvedere, ormai palcoscenico dell’arte internazionale, accoglierà la mostra Ytalia, con le opere di dodici artisti che hanno ottenuto riconoscimenti internazionali e sono protagonisti assoluti dell’arte contemporanea: Mario Merz,  Giovanni Anselmo, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Gino De Dominicis, Remo Salvadori, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi.  
Una costellazione che include nei suoi ampi confini tre generazioni artistiche, dalle neo-avanguardie al post-moderno e oltre.
L’esposizione avrà delle appendici nei più importanti edifici pubblici e museali della città: Palazzo Vecchio e le Gallerie degli Uffizi, Santa Croce e il Museo Marino Marini, il Giardino di Boboli e il Museo Novecento

Ytalia. Perché questo nome?

In Assisi, in una delle volte della Basilica Superiore, Cimabue ha scritto Ytalia a margine di una rappresentazione di città, sicuramente Roma, vista dall’alto e racchiusa entro la cerchia di mura, rappresentando così una primissima affermazione dell’esistenza della civiltà italiana. Così Cimabue mette in luce che i confini nazionali sono prima artistici che politici e che l’identità nazionale è fatta di cultura classica e umanistica, di bellezza pagana e spiritualità cristiana. In fondo poco è cambiato nel corso dei secoli. L’Italia è ancora  oggi il paese dell’arte e della bellezza.  
Partendo dalla citazione medievale di Cimabue, e in concomitanza con lo svolgimento della 57° Biennale di Venezia, periodo di massima attenzione intorno al contemporaneo nel nostro paese, Firenze ospita dal 2 giugno al 1 ottobre  Ytalia, una imponente mostra collettiva sull’arte italiana contemporanea, ideata e curata da Sergio Risaliti.  Il progetto espositivo, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e, nasce in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, l’Opera di Santa Croce e  il Museo Marino Marini.
A Forte di Belvedere, in un bastione affacciato sulla città, verrà installato Calamita Cosmica di Gino De Dominicis, uno scheletro di dimensioni monumentali (24 metri circa) allineato idealmente con la cupola di Santa Maria del Fiore.

Le opere diffuse in altri spazi artistici della città

In occasione di Ytalia, è stato proposto ad alcuni artisti di creare opere site-specific, che andranno a dialogare con il contesto prescelto, come nel caso di Giovanni Anselmo, Giulio Paolini, Remo Salvadori, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi. In altri casi saranno presentati degli  allestimenti comunque inediti mostrando opere già storicizzate o di nuova invenzione in ambienti di straordinaria evidenza storico-artistica.
Ecco il dettaglio dei vari allestimenti


Senza titolo  con terra, cactus e piombo di Jannis Kounellis, Palazzo Vecchio, sala dei Gigli, a poca distanza della Giuditta e Oloferne, di Donatello;
Spirato di Luciano Fabro e Particolare di Giovanni Anselmo, Santa Croce, Cappella Pazzi; Elegia di Giulio Paolini, Sala di Venere, Galleria Palatina di Palazzo Pitti, in dialogo con “ Venere Italica” di Antonio Canova;
opere di Alighiero Boetti, Sala delle Nicchie, Palazzo Pitti;
Giganti boscaioli e Verso lo Zenith di Mario Merz, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti;
Deriva di Mimmo Paladino, presso la Fontana di Nettuno nel Giardino di Boboli;
Canto geometrico, sempre di Paladino, in dialogo con l’architettura di Leon Battista Alberti nella Cappella Rucellai;
Antimateria, di Domenico Bianchi, Galleria Palatina
Mimmo Paladino e Nunzio realizzeranno alcuni interventi site-specific a parete al Museo Marino Marini, nella cripta e in alcune sale adiacenti;
opere di Alighiero Boetti e di Gino De Dominicis saranno esposte nelle nuove sale del Museo Novecento  

La ‘Forte Belvedere Card’

Per l’accesso al Forte durante la manifestazione è stata istituita la  ‘Forte di Belvedere card’, al costo di due euro per tutti i residenti della città metropolitana. Si tratta di una tessera nominale che verrà rilasciata a tutti i fiorentini insieme all’acquisto del primo biglietto e che darà diritto all’ingresso gratuito al Forte per tutta la durata della mostra. Il biglietto di ingresso al Forte per i non residenti costerà 3 euro.

YTALIA Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso.
Firenze, Forte di Belvedere, 2 giugno - 1 ottobre. Orario: 10-19,30. Ultimo ingresso, ore 18,30


Le altre sedi espositive

Forte di Belvedere, Palazzo Vecchio, Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, Galleria Palatina, Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Complesso monumentale di Santa Croce, Museo Marino Marini, Museo Novecento.

 

 

 

'Dino Compagni', una scuola proiettata nel futuro

Bioarchitettura, sostenibilità ambientale, spazi didattici attrezzati alla base del progetto

'Dino Compagni', una scuola proiettata nel futuro



La nuova scuola secondaria di primo grado Dino Compagni a Campo di Marte rinascerà ampliata rispetto al vecchio edificio secondo i criteri della sostenibilità ambientale. L’investimento complessivo è di oltre 12milioni di euro per realizzare un plesso scolastico dove troveranno posto 24 classi di scuola secondaria destinate a 624 alunni.
La nuova struttura si caratterizza per l’attenzione all’orientamento solare degli ambienti, al controllo della luce, alla ventilazione trasversale, all’utilizzo delle forme alternative e di accumulo dell’energia, intrecciando strettamente questi elementi con la stessa didattica. Con questa logica verranno realizzate  una serra biodinamica, una capannina meteorologica e altri spazi didattici all’aperto (un’area verde ad alta biodiversità, un percorso salute esterno, un impianto fotovoltaico, una vasca di accumulo delle acque meteoriche ed altro ancora).
La nuova Dino Compagni non avrà solo in dotazione aule ‘classiche’, perché disporrà anche di una serie di spazi attrezzati in base alle funzioni  (pittura, musica, biologia, anfiteatro esterno, palestra, laboratorio multimediale). Tutti spazi che saranno a disposizione  del territorio negli orari extrascolastici.
Tempi previsti di realizzazione, 14 mesi, in modo da essere pronti per l’anno scolastico 2018-2019.

Presentato il progetto per il Panificio Militare

In programma centro commerciale, verde, parcheggi e pista ciclabile tra viale Redi e piazza Dalmazia

Presentato il progetto per il Panificio Militare



Una struttura commerciale Esselunga nella parte sud e spazi pubblici destinati a parco e parcheggi nella parte restante, con nuova pista ciclabile e marciapiede. Questo comporta in sintesi il piano di recupero dell’ex Panificio militare che ora viene sottoposto a valutazione ambientale strategica (la emettere entro 90 giorni dalla trasmissione degli atti) dopo che la giunta di Palazzo Vecchio ha dato via libera al progetto.
L’intervento riguarda il vasto complesso dismesso compreso tra via Mariti, via del Ponte di Mezzo, via Giovanni de’ Marignolli e via Giovanni da Empoli. La superficie utile lorda è stata ridotta da 10mila a 8mila mq dal regolamento urbanistico, con una consistente riduzione volumetrica rispetto all’immobile originario. Grazie a questa operazione di trasformazione urbanistica uno spazio da lungo tempo inaccessibile potrà essere restituito alla città.
La superficie di vendita avrà un’estensione massima di 2500 mq e dovrà essere collocata nella porzione sud dell’area fra via dei Marignolli e via da Empoli, mentre la parte restante sarà destinata a spazi pubblici (verde e parcheggi). Inoltre è previsto il ridisegno di via del Ponte di Mezzo in modo da garantire una sezione stradale per il trasporto pubblico locale e la realizzazione di un ampio marciapiede. Infine, il piano dovrà comprendere il progetto e la realizzazione della pista ciclabile Redi/Dalmazia compreso l’attraversamento del torrente Mugnone.

Fonte immagine Qui Firenze

Notturna di San Giovanni

Il 17 giugno, ore 21, scatta da piazza Duomo la tradizionale corsa podistica per le strade del centro

Notturna di San Giovanni

 

Torna sabato 17 giugno l’appuntamento con la Notturna di San Giovanni, l’evento podistico che si svolge come da tradizione l’ultimo sabato prima della festa del Santo Patrono di Firenze. La manifestazione, giunta alla 78esima edizione, si svolge sulla distanza di 10 km per le vie del centro storico, con partenza alle ore 21 da piazza Duomo, dove è previsto anche l’arrivo.
Per info e iscrizioni www.firenzemarathon.it


Percorso

Piazza Duomo (partenza di fronte al campanile di Giotto), via del Proconsolo, piazza San Firenze, via dei Leoni, via dei Neri, via dei Benci, piazza Santa Croce, via Magliabechi, corso dei Tintori, via dei Benci, ponte alle Grazie, lungarno Serristori, piazza Poggi, lungarno Cellini, via della Fornace, via dei Bastioni, porta San Miniato, piazzetta San Miniato, via San Niccolò, piazza dei Mozzi, lungarno Torrigiani, piazza Santa Maria Soprarno, via dei Bardi, via Guicciardini, piazza Pitti, piazza San Felice, via Maggio, piazza Frescobaldi, lungarno Guicciardini, ponte alla Carraia, lungarno Vespucci, via Curtatone, via Montebello, via Melegnano, via Finiguerra, via Palazzuolo, via del Porcellana, via della Scala, piazza Santa Maria Novella, via dei Fossi, piazza Goldoni, via della Vigna Nuova, via Tornabuoni, ponte Santa Trinita, borgo San Jacopo, Ponte Vecchio, piazza del Pesce, via dei Girolami, via dei Georgofili, via Lambertesca, piazzale degli Uffizi, piazza Signoria, via Calzaiuoli, piazza Duomo.

Provvedimenti di circolazione

1. chiusure a partire dalle 20.45 sul percorso della 10 km

2. In programma anche la corsa da 4 chilometri con divieti sull’itinerario piazza San Giovanni, piazza Duomo, via del Proconsolo, piazza San Firenze, via dei Gondi, piazza Signoria, via Vacchereccia, via Por Santa Maria, piazza del Mercato Nuovo, via Calimala, piazza della Repubblica, via degli Strozzi, via Tornabuoni, piazza Antinori, via dei Rondinelli, via dei Banchi, piazza Santa Maria Novella, piazza Ottaviani, via dei Fossi, piazza Goldoni, via della Vigna Nuova, via Tornabuoni, Ponte Santa Trinita, piazza Frescobaldi, Borgo San Jacopo, Ponte Vecchio, piazza del Pesce, via dei Girolami, via dei Georgofili, via Lambertesca, piazzale degli Uffizi, piazza Signoria, via Calzaiuoli, piazza del Duomo (arrivo). 

3. dalle 21 scatteranno divieti di transito al passaggio degli atleti in piazza Piave, lungarno della Zecca Vecchia, piazza Cavalleggeri, via Tripoli (tratto via delle Casine-piazza Cavalleggeri). Prevista la chiusura anche di via della Scala da via Santa Caterina da Siena verso piazza Santa Maria Novella: i veicoli provenienti da via Santa Caterina da Siena dovranno svoltare verso viale Fratelli Rosselli. 


Per deviazioni linee Ataf www.ataf.net

 

Immagine dal sito Firenze Marathon

In funzione il sottopasso Strozzi-Strozzi

Come cambia la viabilità attorno alla Fortezza da Basso

In funzione il sottopasso Strozzi-Strozzi

Linea 3

Ha aperto al transito giovedì 1° giugno il nuovo sottopasso veicolare Strozzi-Strozzi, segnando una ulteriore tappa verso la conclusione dei lavori della linea 3. Dal punto di vista della organizzazione della viabilità, con l’apertura del sottopasso sarà agevolata la circolazione rotatoria intorno alla Fortezza da Basso sia per i veicoli provenienti dalla direttrice viale Fratelli Rosselli-viale Strozzi/stazione sia per quelli in arrivo da viale Lavagnini e diretti verso viale Belfiore-viale Redi. Per chi proviene da viale Lavagnini-piazza Libertà sarà infatti possibile prendere il sottopasso nuovo e raggiungere le direttici in uscita città in direzione viale Belfiore-via Redi-Porta al Prato.
I mezzi diretti invece verso Statuto-Careggi se provenienti da viale Lavagnini e da via Lorenzo il Magnifico continueranno a utilizzare la corsia di viale Strozzi adiacente al sottopasso, oltre ovviamente all’itinerario via Leone X-ponte provvisorio-via Crispi. Contestualmente verrà chiusa la corsia di viale Strozzi in adiacenza agli edifici per consentire il completamento delle opere di rifinitura.
Per preparare l’apertura del sottopasso Strozzi-Strozzi sono stati predisposti alcuni provvedimenti di circolazione che scatteranno mercoledì 31 maggio alle 21: chiusura della rampa provvisoria che collega via Spadolini a viale Strozzi; obbligo per i veicoli provenienti da via Lorenzo Il Magnifico di proseguire a diritto verso il Ponte degli Alpini; restringimento di carreggiata nel sottopasso Milton-Strozzi e Rampa Spadolini da 150 metri prima dell’intersezione con la rampa provvisoria proveniente da via Spadolini . Il provvedimento rimarrà in vigore fino al 12 giugno per consentire la demolizione della rampa provvisoria.

Linea 2

Da lunedì 5 giugno in orario notturno sono in programma alcuni lavori relativi alle sistemazioni urbanistiche in via Gordigiani. Fino al 7 giugno, dalle 21 alle 6, in prossimità del numero civico 69 saranno in vigore divieti di sosta (lato fabbricati) e di transito (eccetto mezzi di soccorso, frontisti e veicoli diretti ai passi carrabili). A seguire, dal 7 al 9 giugno, sempre in orario notturno, sarà la volta di via Circondaria. In prossimità della rotatoria (nel tratto compreso fra i numeri civici 61r e 59r) scatteranno divieti di sosta e un restringimento di carreggiata. Sempre da lunedì 5 giugno e anche in questo caso in orario 21-6 prenderà il via la realizzazione di una polifora di attraversamento in corrispondenza della rotatoria all’intersezione tra via Garfagnana, via Allori e via di Carraia. Fino all’8 giugno sarà chiusa via Garfagnana all’incrocio con via Allori nella corsia di svolta per i veicoli provenienti da via Allori e diretti in via di Carraia. Chi proviene da via di Novoli ed è diretto all’Osmannoro dovrà utilizzare via Baracchini, via Baracca, viale Gori. Martedì 6 giugno dalle 9 entrerà in vigore la modifica della viabilità in via di Novoli tra via Torre degli Agli e via Baracchini. Prevista la chiusura dell’incrocio via di Novoli-via Torre degli Agli e contestualmente quella dell’incrocio via Lippi e Macia-via di Novoli.  Chi percorre via di Novoli ed è diretto in via Baracchini all'altezza dell'incrocio con Torre Agli dovrà attraversare la sede tranviaria e portarsi sulla carreggiata opposta che,  essendo a doppio senso di marcia, consente di raggiungere via Baracchini.



 

 

 

 

Le infografiche


Aprile 2017 - Linea 3

 


Gennaio 2017 - Linea 3

Dicembre 2016 - Linea 3

Settembre 2016 - Linea 3


Luglio 2016 - Linea 2


Giugno 2016 - Linea 3

 

Riapertura delle iscrizioni ai nidi d'infanzia

Solo per il gruppo Piccoli, fino al 5 giugno

Riapertura delle iscrizioni ai nidi d'infanzia

 

Riapertura Iscrizioni Servizi educativi 0-3 anni Gruppo Piccoli, seconda fase iscrizioni nidi d'infanzia.


Riaperte le iscrizioni solo per il Gruppo Piccoli fino alle ore 24 di lunedì 5 giugno

Si ricorda inoltre che dal 1 settembre al 30 novembre apriranno le Iscrizioni fuori termine per tutti i gruppi: Piccoli, Medi e Grandi.

Da quest'anno, inoltre, potranno iscriversi fuori termine anche i nati dal 1/06/2017 al 31/08/2017.

 

Scheda servizio Iscrizioni ai nidi d'infanzia

Don Milani e La Pira, le loro vite in due musical

Compagnie di giovani attori al Teatro La Pergola, il 10-11 giugno

Don Milani e La Pira, le loro vite in due musical



Due musical dedicati al priore di Barbiana, don Lorenzo Milani, e al “Sindaco Santo”, Giorgio La Pira, andranno in scena al Teatro della Pergola il 10 e l'11 giugno grazie a "Next stop...giovani", un progetto artistico promosso dall'Arcidiocesi fiorentina.
Nell’anno in cui ricorre il 50° anniversario della scomparsa di Don Lorenzo Milani e il 40° di quella  di Giorgio La Pira saranno i ragazzi a raccontare, in modo originale, la vita e il messaggio di questi due grandi protagonisti del cattolicesimo democratico fiorentino. Il primo musical è in programma sabato 10 giugno alle ore 21, quando la Compagnia Fiaba Junior dell’Isolotto porterà sul palco “Ultimo anch’io”, spettacolo ispirato alla vita del priore di Barbiana, regia di Angelo Giamberini e Luca Milani; domenica 11 giugno, ore 18, sarà la Compagnia Passi di Luce di Castelfiorentino a portare in scena “Verso la Primavera”, biografia di Giorgio La Pira, regia di Elena Verdiani e Diego Conforti.
I due spettacoli sono già stati molto apprezzati nell'ambito della terza edizione della rassegna “In scena la fede!”, concorso teatrale amatoriale promosso dal Centro Diocesano di Pastorale Giovanile.
I biglietti sono acquistabili sul circuito Box Office Toscana e l'incasso sarà parzialmente devoluto a favore di un progetto dell’Ass. Agata Smeralda per ricostruire in Congo una scuola distrutta dal fanatismo religioso.

Info: lapiramilani@gmail.com 339.6662769

8 giugno, via alla ZTL notturna sperimentale

Prolungamento di orario per le linee Ataf e servizio navetta dai parcheggi Leopolda e Parterre

8 giugno, via alla ZTL notturna sperimentale




Prende il via giovedì 8 giugno la sperimentazione della ZTL notturna con la revoca della finestra di accesso in orario 20-23 nei giorni di giovedì e venerdì. Nei settori A, B e O il giovedì e venerdì la ZTL entrerà dunque in vigore alle 7.30 del mattino e resterà operativa fino alle 3 del giorno successivo. Nessun cambiamento per il sabato: la ZTL inizia alle 7.30 per terminare alle 16 e poi riprendere alle 23 fino alle 3 di domenica. Per i settori F e G, quelli non compresi nella ZTL diurna ma soltanto nel provvedimento estivo notturno, restano in vigore gli orari consueti: quindi dalle 23 di giovedì, venerdì e sabato alle 3 del giorno successivo.
Per compensare questa chiusura verrà notevolmente potenziato il trasporto pubblico di collegamento tra il centro storico e i quartieri 2, 3 e 5,  attraverso le linee 6, 11, 14, 17, 22 e 23 (oltre al bussino C3) che verranno prorogate fino alle 2 di notte nei giorni di giovedì, venerdì e sabato. Per il quartiere 4 tale funzione viene già svolta egregiamente dalla tramvia, che è attiva anch’essa fino alle 2 di notte nei giorni di venerdì e sabato.
Il bussino elettrico D circolerà dentro il centro storico giovedì, venerdì, sabato e domenica, fino a mezzanotte.
Entra inoltre in funzione giovedì, venerdì e sabato, ogni 8/10 minuti, un servizio navetta gratuito dai parcheggi del Parterre e di Porta a Prato-Leopolda. Chi lascia l’auto nel parcheggio avrà a disposizione gratuitamente la navetta che lo porterà in centro giovedì, venerdì e sabato, dalle 20 alle 2 del giorno successivo.  

Ecco i percorsi delle due navette

Porta al Prato (parcheggio), viale Fratelli Rosselli, piazza Gaddi, via Sogliani, via Pisana, Borgo San Frediani, via dei Serragli, via Santa Monaca (fermata), piazza del Carmine, piazza dei Nerli, Ponte Vespucci, Borgo Ognissanti, via degli Orti Oricellai, via della Scala,Porta a Prato (parcheggio).

Parterre (parcheggio), piazza della Libertà, via Cavour, via degli Alfani, Borgo Pinti, via Fiesolana, piazza Salvemini (fermata), via Sant’Egidio, via dei Pucci, via Cavour, via La Pira, via La Marmora, viale Don Minzoni, Parterre (parcheggio).

In più  per il periodo sperimentale i gestori di ristoranti e locali di somministrazione di alimenti e bevande operanti nella ZTL possono convenzionarsi gratuitamente con Firenze Parcheggi: in questo modo sarà sufficiente che il cliente che lascia l’auto al Parterre o alla Leopolda faccia timbrare il ticket all’esercente per rendere gratuito il posteggio.
Da ricordare che è sempre consentito il transito per i veicoli a due ruote, i mezzi del car sharing e quelli elettrici; questi ultimi potranno transitare ma non sostare, ad eccezione di quelli in uso ai residenti. I taxi praticheranno tariffe agevolate per i giovani (tariffa disco taxi) e per le donne.

Fonte foto Florence Parking 



News totale: 355 - Pagina 1 di 24 - 15 risultati per pagina
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006

Website Security Test

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Vai al contenuto principale  Percorso di navigazione  Vai al menu di Comune di Firenze  Vai al menu di Area tematica  Piè di pagina

Scorciatoie - Funzionalità

Torna indietro,  Stampa pagina 

Scorciatoie - Pagine principale

Comune di Firenze  Eventi in Città  Servizi e modulistica - Servizi on-line  Mappa del sito