comune di firenze
English Version
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su YouTube
Percorso: Home > Comune di Firenze > Archivio notizie
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina RSS Condividi su Twitter Condividi su Facebook

News totale: 313 - Pagina 1 di 21 - 15 risultati per pagina
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

30-31 marzo, a Firenze il G7 della Cultura

Tra gli appuntamenti l’Arco di Palmira, la Chimera di Arezzo e il concerto di Riccardo Muti

30-31 marzo, a Firenze il G7 della Cultura



Firenze ospita, il 30 e il 31 marzo, un importante appuntamento internazionale: il G7 della cultura. La nostra città è stata infatti scelta come sede del confronto tra i responsabili delle politiche culturali dei sette paesi più sviluppati.
In occasione di questo storico incontro, il Comune di Firenze e MUS.E,  dal 27 di marzo al 27 aprile, propongono alla città un “G7Off” dedicato alla valorizzazione dell’arte, non solo sotto il profilo della tutela ma anche della creatività e dell’innovazione.
Il primo evento di particolare rilievo è rappresentato dalla monumentale riproduzione in piazza della Signoria dell’Arco di Palmira, la città siriana le cui vestigia romane sono state purtroppo in buona parte distrutte dalla follia iconoclasta dell’Isis.  L’installazione viene inaugurata lunedì 27 marzo alle ore 10 e resterà visibile fino al 27 aprile. Questa installazione simboleggia l’impegno solenne contro il terrorismo, la guerra e ogni forma di violenza cieca. A questi temi è dedicata la conferenza del 27 marzo (ore 17, Sala d’Arme) dal significativo titolo “Il recupero dell’arte: proteggere la cultura”.
Tra gli altri appuntamenti assume un rilievo particolare l’esposizione straordinaria in Palazzo Vecchio della Chimera di Arezzo; il grande bronzo etrusco troverà spazio in Sala di Leone X, dove la volle esibire Cosimo I de’ Medici dopo il suo ritrovamento alla metà del Cinquecento. A fianco della scultura verrà esposta una lettera inviata a Baccio Bandinelli negli anni Cinquanta del XVI secolo dal cav. Lorenzo de’Medici, documento di eccezionale significato (conservato alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze) dove si trova tratteggiata velocemente a inchiostro la sagoma della Chimera (priva della coda, come all’atto del suo rinvenimento).
Altro evento di eccezione, il concerto in programma il 31 marzo, ore 20, al Teatro dell’Opera, con il maestro Riccardo Muti che torna a dirigere l’Orchestra del Maggio a cui sono legati i primi anni della sua straordinaria carriera. In programma musiche di Gioacchino Rossini (Ouverture dal Guglielmo Tell), Franz Schubert (Sinfonia n. 8 in si minore D 759, Incompiuta) e Johannes Brahms, (Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73).
Per tutto il mese d’aprile la città vedrà un’articolazione di iniziative, da mostre a convegni, da concerti a spettacoli teatrali con appuntamenti speciali alla Biblioteca Nazionale Centrale, a Palazzo Medici Riccardi, a Palazzo Strozzi, al Museo dell’Opera del Duomo e in numerose altre sedi.

Il programma completo è scaricabile all’indirizzo web http://musefirenze.it/g7-off-il-programma/

Nella foto l’Arco di Palmira (fonte Corriere della Sera)

2 aprile, Domenica Metropolitana

Libero accesso ai Musei Civici per i residenti nei comuni della Città Metropolitana

2 aprile, Domenica Metropolitana



Domenica prossima, 2 aprile, quarto appuntamento 2017 con la ‘Domenica Metropolitana’, che consente ai fiorentini e a tutti i residenti nei comuni della Città Metropolitana di accedere gratuitamente ai musei civici.
In occasione della Domenica Metropolitana di aprile, adulti e bambini potranno partecipare a numerose attività nei Musei Civici Fiorentini, a cui si accede su prenotazione. Tra queste la proposta speciale Chimera Relocated. Vincere il mostro in occasione della mostra temporanea della Chimera di Arezzo in Palazzo Vecchio per il G7 della cultura
Sono in programma visite (dalle 9,30 alle 12,30) anche presso il Museo del Bigallo, Piazza San Giovanni 1 (necessaria la prenotazione tel.055.288496) e presso il Museo della Misericordia, Piazza Duomo (ore 15.15 e 16.30, prenotazione obbligatoria, tel. 055.239393).
Si ricorda che tutte le visite guidate e le attività sono gratuite  ma che è necessaria  la prenotazione.
Non c’è  bisogno di  prenotazione per la semplice visita ai Musei Civici Fiorentini che presentano i seguenti orari di apertura.

Museo di Palazzo Vecchio, ore 9/23    
Torre di Arnolfo, ore 9/21  
Scavi archeologici di Palazzo Vecchio, ore 9/23
Santa Maria Novella, ore 13/17,30
Museo Stefano Bardini, ore 11-17
Cappella Brancacci (S. Maria del Carmine), ore 13-17  
Fondazione Salvatore Romano, P.zza Santo Spirito, ore 13/17
Museo Novecento, P.zza Santa Maria Novella, ore 11-20
Museo del Ciclismo Gino Bartali, via Chiantigiana 175 (Ponte a Ema), ore 10/16.

Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura.
Gli accessi ai Musei sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza.

Info e prenotazioni
Da lunedì a sabato 9.30-13 e 14.-17 (servizio non attivo la domenica mattina)  
Tel. 055.2768224, 055.2768558 mail: info@muse.comune.fi.it  web www.musefirenze.it

 

Immagine: Sala Elementi. Giorgio Vasari, Saturno mutila il Cielo (dal sito dei Musei Civici Fiorentini)

Verso il recupero dell'ex-ospedale di San Gallo

Scelto il progetto tra i partecipanti al concorso internazionale. Dove reperire la documentazione.

Verso il recupero dell'ex-ospedale di San Gallo



Al via il percorso per il recupero dell’ex Ospedale San Gallo con la chiusura del concorso di progettazione che ha visto vincitore il progetto di Fabrizio Rossi Prodi.  Il masterplan dell’area si propone di integrare un mix di funzioni, tra cui quella turistico-ricettiva prevista dal bando, e di restituire nel contempo alla cittadinanza l’uso degli spazi aperti come chiostri, giardini e piazze.
La procedura si è svolta in due fasi: alla prima hanno partecipato 42 gruppi di progettazione italiani e stranieri, tra i quali sono stati selezionati i tre finalisti sulla base dell’esperienza effettivamente maturata nel recupero a funzioni urbane di complessi immobiliari di valore storico-architettonico. La giuria del concorso era composta dagli architetti Paola Viganò e Giancarlo Floridi e da Stefano Brancaccio in rappresentanza di Cdp Investimenti Sgr.
Il concorso, il cui bando era stato pubblicato il 23 settembre scorso, si è svolto in attuazione del regolamento urbanistico, con le modalità definite nel protocollo di intesa sottoscritto con il Comune di Firenze il 23 giugno 2016.
La documentazione del concorso è raccolta nel sito www.progettosangallo.it

Immagine dell’anfiteatro anatomico tratta dal sito www.progettosangallo.it

Cantieri tramvia in zona stazione

Coinvolte in particolare via Valfonda, via Nazionale e piazza Indipendenza

Cantieri tramvia in zona stazione

 

Linea 3 

Prenderanno il via all’inizio di aprile gli ultimi cantieri della linea 3 in via Valfonda e nella zona della stazione. Si procederà alla realizzazione dei binari in piazza Bambine e Bambini di Beslan e in via Valfonda fino alla stazione, dove la linea 3 si ricollegherà con i binari della linea 1.
I lavori prima riguarderanno i sottoservizi e poi la realizzazione della sede tranviaria comportando, tra l’altro, la chiusura di una corsia in via Valfonda e quindi la riorganizzazione della viabilità nell’intera zona. Il nuovo assetto si basa su un principio basilare: rispetto all’area della stazione via Valfonda sarà utilizzata in uscita e via Nazionale in entrata (con una divisione dei flussi di traffico). Infatti via Nazionale sarà dedicata in particolar modo ai mezzi pubblici mentre i mezzi privati saranno indirizzati su itinerari che sfrutteranno la viabilità secondaria a destra e sinistra della strada a seconda della destinazione finale: a sinistra, per chi è diretto al mercato centrale; a destra, per chi invece è diretto verso la stazione.
I veicoli in transito su via Santa Caterina d’Alessandria provenienti dai viali non potranno proseguire fino a via Nazionale (sarà infatti invertito il senso di marcia nell’ultimo tratto) ma avranno a disposizione due itinerari rispettivamente per il mercato centrale e per la stazione (Kiss&ride e parcheggio) segnalati con apposita cartellonistica.
I veicoli diretti al mercato centrale svolteranno a sinistra in via Bartolommei per rientrare in via San Zanobi e proseguire in via Panicale-via Taddea. L’uscita dal mercato avverrà attraverso il percorso via Chiara-via Nazionale-via Fiume-piazza Adua-via Valfonda.
I veicoli diretti alla stazione e al relativo parcheggio svolteranno a destra in piazza Indipendenza fino all’incrocio con via Dolfi, poi svoltano a sinistra sulla piazza, costeggiano gli edifici fino all’incrocio semaforizzato con via Ridolfi, proseguono in piazza Indipendenza fino a via della Fortezza, rientrano in via del Pratello, dove transitano fino a piazza del Crocifisso, proseguono in via Faenza-via Cennini per arrivare in piazza Adua. Da qui accedono al kiss&ride delle Fs, prospiciente alla Palazzina Reale, dove possono sostare gratuitamente per 15 minuti, e all’ingresso del parcheggio della stazione, utilizzando la corsia interna. I veicoli in uscita dal parcheggio della stazione non potranno usare la rotatoria ma dovranno salire sulla rampa dell’ex kiss&ride (biglietteria), riprendere la corsia interna lato ex pensilina e uscire da via Valfonda.
L’itinerario per stazione/parcheggio è accessibile per chi proviene da viale Strozzi e da via Dolfi con rientro su piazza Indipendenza.
Per istituire la nuova viabilità sono stati predisposti diversi provvedimenti. Prima di tutto la riapertura al transito di piazza Indipendenza su tre lati (da via Santa Caterina d’Alessandria in direzione di via Dolfi, dall’incrocio con via Dolfi all’incrocio con via della Fortezza, dall’ incrocio con via della Fortezza a via Nazionale verso quest’ultima). Poi il cambio di senso di un tratto di via Santa Caterina d’Alessandria dall’incrocio con via XXVII Aprile a piazza Indipendenza. Vengono inoltre attivate due nuove porte telematiche: la prima, in corrispondenza delle scalette in piazza Stazione, a protezione della corsia riservata al trasporto pubblico e autorizzati (ztl A e B); la seconda, all’angolo tra via Nazionale e via Guelfa, per tutelare la corsia riservata al trasporto pubblico e autorizzati (tra cui ztl A e B). Viene infine spostata la porta telematica che si trova all’inizio di via XXVII Aprile (la nuova collocazione è tra via XXVII Aprile e via San Zanobi).
Per realizzare la nuova viabilità vengono adottati vari cambi di senso nelle strade interessate dai percorsi per stazione/parcheggio e mercato. Ecco i principali: via Guelfa, da incrocio con via Montanelli a via Nazionale (cambio di senso verso quest’ultima); via Montanelli (inversione di senso verso piazza Indipendenza); via Fiume (inversione di senso verso piazza Adua); via Faenza, da piazzetta del Crocifisso a via Cennini (inversione di senso verso via Cennini); via Cennini, da via Faenza a piazza Adua (inversione di senso verso piazza Adua); via San Zanobi, da via delle Ruote a via XXVII aprile (inversione di senso verso via XXVII aprile). 

Continuano intanto gli interventi propedeutici all’istituzione della nuova viabilità. Da lunedì 27 marzo scatteranno divieti di sosta in piazza Indipendenza per la realizzazione di stalli per taxi, veicoli dei residenti Ztl e ciclomotori/motocicli. Previsto anche un restringimento di carreggiata in piazza della Stazione in corrispondenza della rotatoria fronte largo Alinari. Ancora divieti di sosta in via Fiurme per istituzione di stalli per bus e veicoli residenti Ztl.

Lunedì 27 marzo è in programma il ribaltamento del cantiere in via Corridoni, nel tratto da via Bini a via Pisacane, e in via Piscane, nel tratto da via Mazzoni e via Tabarrini. I lavori si sposteranno sull’altro lato delle due strade senza modifiche di viabilità. Sempre lunedì 27 marzo per effettuare il ripristino delle quote del piano carrabile in piazza della Costituzione sarà chiuso il tratto da via XX Settembre a via Puccinotti (fino al 30 marzo). Inoltre in orario notturno (21-5) si aggiungerà la chiusura di via dello Statuto a tratti successivi (fino al 31 marzo) per la rimozione del newjersey che sarà sostituito con la rete leggera.


Linea2

Da martedì 28 marzo prenderanno il via i lavori per la pavimentazione stradale in via di Novoli nel tratto via Vecchi-via Allori. Prevista la chiusura da via Allori a via Valdinievole. Deroghe per i veicoli diretti ai passi carrabili con accesso/uscita solo da via Valdinievole. Sempre martedì 28 marzo ma alle 21 sarà modificato l’assetto delle corsie su Ponte Mariti senza cambiamenti della viabilità. Inizierà alle 10 di venerdì 31 marzo uno scavo all’angolo tra viale Fratelli Rosselli e via Alamanni per concludere i lavori di Toscana Energia. Fino alle 6 di lunedì 3 aprile previsto un restringimento di carreggiata per la realizzazione del percorso pedonale protetto. Lo stesso provvedimento sarà replicato lunedì e martedì notte, ovvero dalle 21 di lunedì 3 alle 6 di martedì 4 aprile e dalle 21 di martedì alle 6 di mercoledì 6 aprile per terminare alcuni lavori di Publiacqua.

 

Le infografiche


Aprile 2017 - Linea 3

Gennaio 2017 - Linea 3

Dicembre 2016 - Linea 3

Settembre 2016 - Linea 3


Luglio 2016 - Linea 2


Giugno 2016 - Linea 3

 

A Palazzo Strozzi Bill Viola, il maestro della videoarte

Dal 10 marzo al 23 luglio una nuova grande mostra di arte contemporanea

A Palazzo Strozzi Bill Viola, il maestro della videoarte



Dopo il grande successo di Ai Weiwei si ripropone a Palazzo Strozzi un nuovo grande evento di arte contemporanea. Dal 10 marzo al 23 luglio  la Fondazione Palazzo Strozzi presenta al pubblico Bill Viola. Rinascimento elettronico, una  mostra dedicata al maestro indiscusso della video arte.
In un percorso espositivo unitario tra Piano Nobile e Strozzina la mostra ripercorre, attraverso straordinarie esperienze di immersione tra spazio, immagine e suono, la carriera di questo straordinario artista, dalle prime sperimentazioni degli anni ‘70 fino alle grandi installazioni successive al Duemila.
Fondendo  spiritualità e percezione  sensoriale Viola ci presenta un’umanità che è chiamata a interagire con le forze della natura, acqua e fuoco, luce e buio, alimentando il ciclo della vita e quello della rinascita.
Nella cornice rinascimentale di Palazzo Strozzi si crea uno straordinario dialogo tra antico e contemporaneo attraverso un confronto diretto delle opere di Viola con i capolavori di grandi maestri del passato che sono stati per lui fonte di ispirazione.
L’evento sottolinea la speciale relazione tra Bill Viola e Firenze  perchè è proprio qui che l’artista ha iniziato la sua carriera nel campo della videoarte quando, tra il 1974 e il ’76, è stato direttore tecnico di art/tapes/22, centro di produzione e documentazione di video.
In occasione della mostra Palazzo Strozzi ha inoltre creato una speciale collaborazione con il Museo del Duomo di Firenze. Grazie a un biglietto congiunto sarà possibile visitare la mostra di Palazzo Strozzi insieme al Battistero di San Giovanni e al Museo dell’Opera del Duomo. Qui saranno eccezionalmente esposti i video Observance (2002) e Acceptance (2008), due celebri opere di Bill Viola dedicate ai temi del dolore e della sofferenza, che saranno messe a confronto con due simboli del museo fiorentino: la Maddalena penitente di Donatello e la Pietà Bandini di Michelangelo.

Un altro aspetto saliente della mostra sarà rappresentato dalla presenza del celebre Diluvio Universale di Paolo Uccello proveniente dal Chiostro Verde di Santa Maria Novella  e messo a confronto con l’opera The Deluge (2002) dell’artista statunitense. Con uno scambio vertiginoso a Santa Maria Novella viene esposta un’opera di Bill Viola, la videoinstallazione Tempest (2005), coinvolgente rappresentazione di un’umanità dolente colpita dalla furia delle acque. In nome di questo sodalizio per tutta la durata della mostra i possessori del biglietto d’ingresso del complesso monumentale avranno diritto a una riduzione sulla tariffa di accesso all'evento di Palazzo Strozzi (da 12 a 9,5 euro).


Orario mostra: tutti i giorni (inclusi i festivi), ore 10-20, giovedì, ore 10-23

INFO:  tel. 055.2645155  info@palazzostrozzi.org
Prenotazioni Sigma CSC, dal lunedì al venerdì, ore 9-13 /14-18
tel. 055.2469600  prenotazioni@palazzostrozzi.org

Il Marzo delle Donne, tutti gli appuntamenti in città

Incontri, mostre, spettacoli, happening, presentazioni letterarie e molto altro ancora...

Il Marzo delle Donne, tutti gli appuntamenti in città



Proseguono, anche dopo l'8 marzo, in tutta la città gli appuntamenti del 'Mese delle Donne'. Nonostante la banalizzazione e commercializzazione a cui è andata incontro negli ultimi decenni questa ricorrenza conserva intatta la propria forza, soprattutto come occasione di riflessione sulla condizione femminile e come momento di messa in giuoco di tutti noi (uomini e donne) nell’ambito dei rapporti umani e dei ruoli sociali che ci vedono ogni giorno protagonisti.
Le celebrazioni di ‘Marzo, Mese delle Donne’ si articolano attraverso eventi di diversa natura, ma con un filo unitario ben preciso: la valorizzazione del protagonismo della donna nella società contemporanea, un processo inarrestabile che non potrà certo essere fermato dalla violenza e dalla misoginia che ancora si annidano in tanti aspetti della nostra vita quotidiana.
La libertà, come l’acqua che scorre, ritrova sempre la sua strada.

Come immagine rappresentativa abbiamo scelto quest’anno ‘American Girl in Italy’ di Ruth Orkin. La foto scattata a Firenze nel 1951 ritrae una giovane donna che incede, con passo deciso e ostentatamente noncurante, attraverso  una forca caudina di giovani e vecchi ‘galletti’ fiorentini, impegnati vanamente a suscitare la sua attenzione.  La situazione colta dall’obbiettivo, vista con lo sguardo di oggi, sembra davvero anticipare profeticamente le sfide e le alterità che le donne metteranno in campo nei decenni successivi, aprendo la porta ad una rivoluzione complessiva dei rapporti sociali.     


Biblioteca Fabrizio De Andrè

28 marzo, ore 16,30, Scrittrici Migranti Letture ad alta voce di brani scelti dalle opere di Cristina Ali Farah, Gabriella Ghermandi, Christiana de Caldas Brito, Kaha Mohamed, Claudileia Lemes Dias, Geneviève Makaping. A cura dell'Associazione Giardino dei ciliegi

Biblioteca Buonarroti

29 marzo, ore 17,30 Saperi e poteri al femminile. Il processo per stregoneria a Gostanza da Libbiano. Interviene: Chiara Sacchetti A cura del Gruppo Archeologico Fiorentino

Per tutto il mese le biblioteche comunali fiorentine propongono percorsi di lettura e bibliografie tematiche

Quartiere 4

31 marzo, ore 21, Teatro del Borgo (San Bartolo a Cintoia), Compagnia teatrale "I Felloni"  Dolce Amaro al femminile, la voce e i percorsi di alcune donne violate



Fonte immagine, American Girl in Italy, Ruth Orkin Photo Archive 1951

16 marzo-6 aprile, Festa della Matematica

Laboratori, conferenze, passeggiate per scoprire quanto i numeri entrino nella nostra vita

16 marzo-6 aprile, Festa della Matematica



Dal 16 marzo al 6 aprile  la Città Metropolitana di Firenze promuove, in collaborazione con 'Il Giardino di Archimede, un Museo per la Matematica', la sesta edizione della Festa della Matematica, rivolta agli studenti delle scuole superiori e delle classi terze delle scuole medie inferiori del territorio, oltre che naturalmente a tutti i cittadini interessati all'argomento.
La Festa della Matematica vuole proporre alcuni momenti di riflessione intorno al concetto di matematica quale chiave interpretativa della realtà che ci circonda, mostrando come questa non si esaurisca nel sapere disciplinare astratto ma si caratterizzi anzi come un'attività umana fortemente creativa e, da sempre, profondamente legata alla vita quotidiana. Giunta al sesto anno, la Festa della matematica coinvolge scuole e cittadini in una serie di attività legate alla matematica: conferenze, spettacoli, mostre, laboratori, passeggiate, alla scoperta di come la matematica sia presente nella tecnologia, nella cultura e in tanti altri aspetti.
Il tema di quest’anno è ‘Storie di Matematica’, vale a dire l’esplorazione di chiavi di lettura matematiche nella ricostruzione di eventi storici complessi, enigmatici o di difficile interpretazione.

Conferenze e spettacoli

23 marzo, ore 17, Limonaia di Villa Strozzi  Conferenza-spettacolo La Diagonale di Cantor, testo di Andrea Guidi, diretta da Silvano Panichi, con Ilaria Cristini e Nicola Morucci

27 marzo, ore 17, Sala del Cocomero, via Ricasoli 3,  Conferenza-concerto Relazioni pericolose-Dodecafonia e Matematica  di Lauro Graziosi (con interventi pianistici)

30 marzo, ore 17, BiblioteCaNova Isolotto. Il segreto di Pitagora  di Andrea Guidi

6 aprile, ore 17, Aula Magna ITIS Leonardo da Vinci, Conferenza-concerto-spettacolo, La regina e il filosofo, testi di Maurizio Lovisetti, con Daniele Squassina e Annalisa Santini (voci), Maurizio Lovisetti (chitarra) e Dorina Frati (mandolino).
 

Passeggiate matematiche

Un percorso alla scoperta della matematica che emerge dalle bellezze della nostra città.
23 e 29 marzo, ore 15,  biglietto 6 euro a persona (minimo 6 partecipanti), solo su prenotazione: 0557879594 o archimede@math.unifi.it

Nelle scuole
    
Conferenze, documentari, passeggiate riservate alle scuole.
Conferenze da prenotare al numero 3393431095 o leonardo.brunetti11@gmail.com
Laboratori (Storie di numeri e altri oggetti matematici) e Passeggiate matematiche, condotte da  Giuseppe Conti,  da prenotare al 055.7879594 o archimede@math.unifi.it

Fonte immagine Institut français Milano

25 marzo, il giorno del Capodanno Fiorentino

Il Corteo Storico raggiungerà la Basilica della Santissima Annunziata per la solenne celebrazione

25 marzo, il giorno del Capodanno Fiorentino



Il Capodanno fiorentino costituisce una delle festività ufficiali del Comune di Firenze e si celebra il 25 marzo di ogni anno.  L’origine di questa particolare collocazione risale al Medioevo quando il 25 marzo (giorno in cui la Chiesa celebra l’Annuncio dell’Incarnazione ricevuto dalla Vergine Maria, in corrispondenza del nono mese antecedente la nascita di Gesù) fu assunto dalla città come inizio del calendario civile Nel 1582 entrò in vigore il calendario gregoriano che fissava l'inizio dell'anno al 1º gennaio, ma Firenze continuò ostinatamente a considerare il 25 marzo come il suo Capodanno, fino a quando, nel novembre 1749, il Granduca Francesco III di Lorena emise un decreto che fissava anche per Firenze il 1º gennaio come data iniziale da cui far decorrere l'anno civile.

La Sacra Effige dell’Annunziata

La manifestazione è ricordata con un corteo storico che, partendo dal Palagio di Parte Guelfa, si snoda per le vie cittadine, fino alla Basilica della SS. Annunziata, dove le genti del contado si recavano in pellegrinaggio per rendere omaggio alla sacra effige della Madonna.
A proposito di questa immagine la storia popolare racconta che i Servi di Maria, fondatori della Basilica, fecero dipingere l’affresco della loro ‘Vergine Gloriosa’ nel 1252 a un certo frate Bartolomeo, ma il pio artista, nel momento in cui si trovò a delineare il volto della Madonna, fu preso da un vuoto creativo e fu incapace di procedere nel lavoro; fece diversi tentativi che lo lasciavano però sempre più insoddisfatto, tanto che il poveretto quasi decise di abbandonare l’impresa. Una sera, improvvisamente fu preso da una strana sonnolenza e al risveglio, narra la leggenda, il volto della Vergine gli si parò davanti prodigiosamente dipinto dagli angeli. Questa immagine venne considerata miracolosa e rimase oggetto di grande venerazione soprattutto da parte degli sposi che ancora oggi si recano alla Basilica per lasciare un mazzo di fiori e chiedere la benedizione per la loro unione.

Il percorso del corteo

Il Corteo della Repubblica Fiorentina  partirà alle ore 14.45 da Piazzetta di Parte Guelfa percorrendo il  seguente itinerario  P.tta di Parte Guelfa, via Pellicceria, via Porta Rossa,  via Calimala, Piazza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, Piazza del Duomo, via dei Servi, Piazza SS. Annunziata.
Alle ore 15.30 il Corteo entrerà della la basilica di SS. Annunziata e  renderà omaggio alla Cappella dell’Annunziata.
Alle ore 16  partenza del corteo di ritorno al Palagio di Parte Guelfa: Piazza SS. Annunziata, via dei Servi, Piazza del Duomo, via Calzaiuoli; via Por Santa Maria, Piazza del Mercato Nuovo, via Porta Rossa, via Pellicceria, Piazzetta di Parte Guelfa. Arrivo previsto, ore 16.30.

 

Foto di Marco Maestosi

25 marzo, l'Ora della Terra

Giornata mondiale di mobilitazione del WWF sui cambiamenti climatici. Spenti i principali monumenti.

25 marzo, l'Ora della Terra



È  L’Ora della Terra. Sabato 25 marzo alle 20.30 scatta Earth Hour 2017 la grande mobilitazione globale promossa dal Wwf per fermare il cambiamento climatico. Anche quest’anno il Comune di Firenze aderisce all’iniziativa, con l’impegno e l’organizzazione dell’assessorato all’ambiente e dello Sportello Ecoequo,  spegnendo alcuni luoghi simbolo della città: Palazzo Vecchio e Torre di Arnolfo, Ponte Vecchio, abbazia di San Miniato al Monte, Statua del David al piazzale Michelangelo, Duomo, Basilica di Santa Croce.
All’iniziativa partecipano attivamente anche la Regione Toscana e la Città Metropolitana, rispettivamente con lo spegnimento di Palazzo Sacrati Strozzi e di Palazzo Medici Riccardi.
Al Piazzale Michelangelo, ore 20,30, sarà allestito un Osservatorio della volta celeste condotto dagli astronomi di Arcetri che, in collaborazione con l’Associazione Astronomica Amici di Arcetri, metteranno a disposizione dei visitatori i loro telescopi. Sempre al piazzale sono in programma una Milonga a lume di candela in collaborazione con la scuola di ballo Passion de Tango e un Punto di ristoro equosolidale in collaborazione con Il Villaggio dei Popoli e Altromercato.   Qui sarà anche allestita, a cura di Legambiente e del Collettivo Pomaio, la struttura pneumatica 2030 + 2°C  che mostra quali sarebbero le condizioni del pianeta nel 2030 qualora la temperatura media globale aumentasse di 2° gradi, come sembra ormai altamente probabile.
Al piazzale Michelangelo giungerà anche una Passeggiata guidata, a cura del Comitato per le Oasi WWF dell’Area Fiorentina.  Punto di ritrovo: Porta San Miniato, partenza, ore 19.
In programma anche una visita guidata a uno dei siti aperti dal FAI per le Giornate di Primavera con escursione urbana in bicicletta fino al Piazzale Michelangelo, a cura di ‘Firenze in Bici’ in collaborazione con il FAI sezione di Firenze. Punto di ritrovo: Sportello Eco Equo (Le Murate) piazza Madonna della Neve, partenza ore 15.
Non mancherà uno spunto di sano romanticismo con Cene e aperitivi a lume di candela. L’elenco aggiornato degli esercenti che aderiscono all’iniziativa su www.sportelloecoequo@comune.fi.it

Giornate del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano)

25-26 marzo, tutti i luoghi della città dove sono in programma visite guidate

Giornate del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano)



In occasione dell’arrivo della stagione primaverile il Fondo Ambiente Italiano propone l’ormai irrinunciabile appuntamento con ‘Le Giornate del FAI’ (25-26 marzo), che rappresentano un’occasione spesso unica per accedere a parti fondamentali del nostro patrimonio paesaggistico, artistico e architettonico. In occasione del censimento dei ‘Luoghi del Cuore’ i siti toscani hanno ancora una volta fatto la parte del leone con la netta vittoria del Castello di Sammezzano, preziosa testimonianza dell’arte neo-revivalista.  Anche Firenze offre un’ampia gamma di visite guidate, spesso condotte da studenti di discipline artistiche o turistico-ricettive.

Le visite in programma  a Firenze

Cimitero degli Inglesi (piazzale Donatello)
Edificato nel 1828 dalla Chiesa Evangelica Riformata svizzera su progetto di Carlo Reishammer, il "Cimitero degli Inglesi", così chiamato per la prevalenza di tombe di cittadini britannici, fu ridisegnato nella sua attuale forma da Giuseppe Poggi in occasione della realizzazione di piazza Donatello. Molte le persone famose che vi sono sepolte, come Elizabeth Barrett Browning e Giovan Pietro Vieusseux, ma sono le statue, l'irregolare disposizione delle sepolture, il tracciato dei vialetti e le varie essenze arboree a fare del cimitero un esempio molto significativo  del romanticismo ottocentesco.

Cimitero degli Allori (Due Strade)
Situato vicino al Galluzzo, in località Due Strade, in un podere da cui ha preso il nome, il camposanto venne aperto nel 1860 quando le comunità non cattoliche di Firenze non poterono più seppellire i loro defunti nel cimitero di piazzale Donatello, ormai assorbito all'interno della città. Oggi il camposanto, di rito evangelico, ospita tombe di cinquanta nazionalità e trenta religioni diverse, fra cui quelle di Oriana Fallaci, Leonardo Savioli e Frederick Stibbert.

Manifattura Tabacchi (Cascine)
9° classificato al censimento dei Luoghi del Cuore 2014 con 1.668 voti.
Il periodo del razionalismo italiano nel primo dopoguerra è caratterizzato dalla ricerca di un nuovo stile moderno e dinamico, spesso declinato in austera semplicità delle forme. In questo contesto si pone la realizzazione della ex Manifattura Tabacchi i cui lavori iniziarono nel 1933 e finirono nel 1940. L’eleganza e la modernità delle linee architettoniche con la semplicità delle strutture portanti in cemento armato fanno ipotizzare l’intervento dell’ing. Pier Luigi Nervi. La manifattura cessò di operare il 16 marzo 2001 e sono in corso progetti per il recupero dell’imponente struttura.

Palazzo Valori Altoviti (Borgo degli Albizi)
Il palazzo, detto "dei Visacci" per i ritratti di illustri fiorentini scolpiti in facciata, risale alla prima metà del Cinquecento, quando Baccio Valori il Giovane ampliò la quattrocentesca dimora degli Albizi e fece ridisegnare il prospetto dall'architetto e scultore Giovanni Battista Caccini. Successivi lavori di ampliamento e decorazione si ebbero nel 1687 e nel 1727 quando la proprietà passò prima ai Guicciardini e poi agli Altoviti. Dal 1978 il piano nobile è sede della loggia massonica fiorentina del Grande Oriente d'Italia.

Convento delle Oblate (Careggi)
La "Torre di Careggi"  risale al Duecento e, dopo vari passaggi, diviene un annesso agricolo della villa medicea di Careggi;  nel 1910 passa all'Arcispedale di Santa Maria Nuova che, dopo avere ristrutturato e ampliato l'edificio, vi ospita nel 1936 le Oblate provenienti dalla sede storica di via dell'Oriuolo. All'interno della chiesa e della sala del capitolo sono esposti un Crocifisso di Giuliano da Sangallo, un tabernacolo di Dello Delli (entrambi del XV secolo), una tavola con Assunzione di Maria e Santi e un affresco con Ultima Cena di Matteo Rosselli (XVII secolo).

Per un panorama completo sulle opportunità di visite  http://www.giornatefai.it


L’immagine del ‘Cimitero degli Inglesi’ è tratta dal sito del FAI

'Fiorenza', una Firenze 'donna' in piazza San Jacopino

Il 25 marzo, ore 11.30, si inaugura la statua di Giampaolo Talani

'Fiorenza', una Firenze 'donna' in piazza San Jacopino



Il 25 marzo, ore 11.30, viene ufficialmente inaugurata in piazza San Jacopino la statua che lo scultore Giampaolo Talani ha voluto dedicare a Firenze e che è stata donata alla città e ai fiorentini grazie a Banca Cambiano. L'opera è stata ospitata, a partire dal novembre scorso, nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio.

Talani, noto ai fiorentini soprattutto per  il grande affresco Partenze posto sul lato ovest della Stazione di Santa Maria Novella, ha immaginato Firenze come Fiorenza, una figura che rappresenta la città ma anche tutte le donne. L’opera in bronzo vuole infatti esaltare la femminilità di una città che nei secoli è sempre stata orgogliosamente mostrata soprattutto nella sua rappresentazione virile. La  Fiorenza di Talani si presenta invece misteriosa, madre, femmina fiorente, con lo sguardo volto ad un prestigioso passato ma capace ancora di guardare lontano verso un futuro di speranza e di bellezza.
L’installazione  in piazza San Jacopino costituisce una sorta di introduzione alla città, una porta di ingresso alla cerchia dei viali e al centro storico per chi proviene da ovest.

Alla cerimonia intervengono l’artista, il Sindaco e il presidente di Banca Cambiano. 

Passeggiate tra letture, natura e arte

Bibliopassi, Artepassi, Verdepassi, per conoscere da vicino i giardini storici e il patrimonio artistico

Passeggiate tra letture, natura e arte



Ecco come scoprire, camminando in compagnia, biblioteche, giardini e patrimonio artistico della nostra città. L’idea è quella di abbinare strettamente natura e cultura, un mixer che, gustato con la giusta lentezza, rappresenta un ottimo viatico per la salute del corpo e della mente.
Il programma si snoda attraverso facili e comode passeggiate e intende stimolare uno stile di vita salutare corroborato dalla scoperta di luoghi, servizi, opere d’arte che magari non abbiamo ancora avuto occasione di apprezzare da vicino.

Il progetto si articola in tre diverse proposte legate rispettivamente ai luoghi della lettura (Bibliopassi), al verde pubblico (Verdepassi) e al patrimonio artistico-architettonico (Artepassi).
 
1) Bibliopassi

Questo modulo si caratterizza per  mettere a disposizione  dei partecipanti la documentazione sulla storia del territorio. Nelle biblioteche che fungeranno da base operativa delle singole passeggiate sarà disponibile  uno scaffale tematico di libri da consultare e prendere in prestito sulle zone e i luoghi da visitare durante gli itinerari programmati.

11 marzo, ore 9, BiblioteCaNova Isolotto, via Chiusi 4/3A
Itinerario: Biblioteca (visita), via Gubbio, Parco dell’ArginGrosso, Passerella sull’Arno, via dell’Indiano, Ponte dell’Indiano, Argingrosso, via Gubbio, Biblioteca
Lunghezza: 6 km  (durata prevista 3-3,30 ore) con letture itineranti a cura dei Lettori di BiblioteCaNova Isolotto. Conclusione: visita mercato AgriKulturae.

29 aprile, ore 9, Biblioteca dell’Orticoltura, via Bolognese 17
Itinerario: Biblioteca (visita) - Giardini dell’Orticoltura, Giardino dei Giusti, Giardini del Parnaso, Parchi di Villa Fabbricotti e Stibbert. Lunghezza: 4 km  (durata prevista 2 ore)
Conclusione (ore 10,30 ca.): letture e visita della Mostra dei Fiori.

27 maggio, ore 9, Biblioteca delle Oblate, via dell’Oriuolo 24
Itinerario: Biblioteca, via Calzaiuoli, via Orsanmichele , via Calimala, via Capaccio,  via Calimaruzza, Piazza Signoria, via del Proconsolo – Biblioteca.
Lunghezza: 4 km  (durata prevista 2 ore)
Conclusione (ore 10,30 ca.): letture ad alta voce e visita della Mostra dei Fiori all’interno del giardino.

30 settembre, ore 9, Archivio del Gabinetto G. P. Vieusseux
Ritrovo: Capolinea bus Ataf 17, Piazzale Kennedy, Cascine
Itinerario: viale Abramo Lincoln, Ponte alla Vittoria, Lungarno Santa Rosa, Mura di Firenze,
Porta Romana, via Romana, via Maggio. Lunghezza: 5 km - Durata prevista 2 ore.
Conclusione: visita Archivio Contemporaneo “A. Bonsanti”, via Maggio 42

2) Verdepassi  

In questo caso l’invito è quello a conoscere o riscoprire, durante il cammino, alcuni dei più significativi giardini storici di Firenze: Giardino dei Semplici, Villa Medicea di Castello, Boboli.

26 marzo, ore 9, Orto Botanico “Giardino dei Semplici”
Ritrovo: Piazza Poggi (Torre San Niccolò), bus Ataf 23
Itinerario: via dei Bastioni, via del Monte alle Croci, viale Galileo, Erta Canica, San Niccolò, Ponte alle Grazie, Santa Croce, via de’ Pepi, Borgo Pinti, via Giusti,  “Giardino dei Semplici” (visita guidata). Lunghezza: 4,5 km (durata prevista 2 ore più 1 ora per visita).

13 maggio, ore 9,  Giardino Villa Medicea di Castello
Ritrovo: via R. Giuliani (inizio Parco Luzi), fermata bus “Sestese 5” Ataf 28 o Ataf 2
Itinerario: via Giovanni di San Giovanni (per 1.500 m. su viottolo), via Castellina, via Covacchia, via della Petraia, via di Castello, Giardino Villa Medicea (visita guidata).
Lunghezza: 4,5 km  (durata prevista 2,30 ore più 1 ora per visita)

3 settembre, ore 9, Boboli: Natura-Allegoria-Esoterismo
Ritrovo: Piazzale Porta Romana (cancello ingresso), fermata bus Ataf 11
Itinerario: Giro completo del Giardino con guida specialistica
Lunghezza: 4,5 km  (durata prevista 2,30-3 ore)


3) Artepassi

Le passeggiate di arte porteranno un po’ fuori porta fino alla Abbazia di Badia a Settimo e all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote. In centro città invece è prevista la passeggiata fino al  Museo di Santa Maria Nuova.

8 aprile, ore 9, Abbazia di Badia a Settimo (Scandicci)
Ritrovo: Fermata tramvia “Nenni Torregalli”
Itinerario: Argine destro della Greve, Ponte di Mantignano, Badia a Mantignano, Chiesa Santo Stefano a Ugnano, Abbazia di Badia a Settimo (visita guidata con offerta). Rientro con bus Ataf 26 e tramvia. Lunghezza: 6 km  (durata prevista 2,30 ore, esclusa visita)

10 giugno, ore 9, Santa Maria Nuova e il suo Museo
Ritrovo: Fermata tramvia “Paolo Uccello”
Itinerario: via G. della Casa, Villa Strozzi, Monte Oliveto, viale Aleardi, viale Ariosto, Ponte A.Vespucci,  Lungarni fino a Piazza dei Giudici , via del Proconsolo, via Portinari, Santa Maria Nuova (ore 11, percorso guidato alla scoperta delle bellezze del Museo).
Lunghezza: 5 km (durata prevista 2 ore, esclusa visita)

16 settembre, ore 9, Oratorio di Santa Caterina delle ruote (Bagno a Ripoli)
Ritrovo: Bagno a Ripoli, bus Li-nea 24 (capolinea bus Ataf 8)
Itinerario: Chiesa di San Tommaso a Ripoli, Villa di Crocicchio, Oratorio del Cimitero dei Baroncelli, Scuola Americana, Oratorio di Santa Caterina  con visita guidata. Rientro
a Ponte a Ema con Ataf 32.  Lunghezza: 6 km  (durata prevista 3,30 ore inclusa visita).


Per info e iscrizioni: segreteria CRAL, via del Filarete 11/c, 50143
Tel. 055.700420  Fax 055.7130416  segreteria.cral@comune.fi.it   
Orario: lunedì-martedì-giovedì: ore 9-12 e 15:30-18:30; mercoledì, ore 15:30-18:30

Le liste dei partecipanti sono stilate secondo la data di iscrizione. Sono ammessi fino a 25 partecipanti a passeggiata e le iscrizioni si possono effettuare a partire dal ventesimo giorno antecedente la data di ogni singola manifestazione.

Trasformazione urbanistica in via Erbosa

Nasce un complesso commerciale, con compensazione in marciapiedi, giardini pubblici e sicurezza

Trasformazione urbanistica in via Erbosa

 

Una nuova struttura commerciale al posto di vecchi magazzini abbandonati e 416mila euro di compensazione per alcuni interventi di risanamento nella zona Gavinana-Bandino. Questo il contenuto della convenzione per la compensazione del carico urbanistico appena approvata dal Consiglio comunale.

Il complesso immobiliare ex produttivo, con accesso principale da via Erbosa, è composto da quattro capannoni affiancati con annesso un piccolo edificio di due piani adibito a ufficio, una porzione a rimessa, un’area libera fiancheggiata da una serie di box auto. I capannoni risalgono al 1954 e sono stati successivamente ampliati. L’intero complesso edilizio è stato locato fino al 2010 all’Amministrazione comunale per deposito materiali dell’economato e in parte come sede degli uffici Sas.

Il progetto prevede la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie massima di 1500 metri quadrati. A titolo di compensazione sono previsti interventi per un valore complessivo di 416mila euro: 60mila euro saranno destinati alla realizzazione di nuovi marciapiedi nel quadrante tra via Cimitero del Pino, viale Europa, via Erbosa e via di Villamagna; 17mila euro andranno alla realizzazione delle opere necessarie all’installazione di telecamere di videosorveglianza per monitorare la direttrice viale Europa-viale Giannotti; il restante importo sarà destinato alla riqualificazione dei giardini di via Gran Bretagna e piazza Francia e dell’area esterna all’asilo Staccia Buratta di via Fez.

 

Nella foto l'area dove è in programma l'intervento di trasformazione  

15 marzo, in Palazzo Vecchio la Giornata della Trasparenza

Un incontro sulla trasparenza e la prevenzione della corruzione, temi sempre più attuali

15 marzo, in Palazzo Vecchio la Giornata della Trasparenza

 

Negli ultimi anni i temi di trasparenza e anticorruzione sono diventati argomenti di grande attenzione, non solo per le amministrazioni ma anche per la società civile; il Comune di Firenze organizza anche quest’anno un incontro, che si terrà mercoledì 15 marzo 2017, dalle ore 10 alle 13 nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio, per proseguire la propria attività di sensibilizzazione e approfondimento di queste tematiche.

L’incontro è aperto a tutti, in particolar modo ai soggetti della società civile interessati alle attività del Comune di Firenze in materia di trasparenza e di anticorruzione; la partecipazione riconosce crediti formativi per gli iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze e agli iscritti all'Ordine degli Avvocati di Firenze. Per motivi organizzativi è gradita la conferma di partecipazione entro il 13 marzo all’indirizzo mail assessore.gianassi@comune.fi.it

 Programma dell’incontro:

 - Presentazione della giornata:
   Federico Gianassi, Assessore alla trasparenza e semplificazione del Comune di Firenze

- Trasparenza, partecipazione e accesso civico: il punto di vista delle imprese:
   Leonardo Bassilichi, Presidente Camera di Commercio di Firenze

- Anticorruzione e statuto costituzionale del pubblico dipendente:
  Andrea Cardone, Professore Istituzioni di diritto pubblico presso Università degli Studi di Firenze

- Le segnalazioni di illecito nel pubblico impiego: il “whistleblowing”:
  
Giuseppe Quattrocchi,   Consigliere speciale del Sindaco ed ex Procuratore Capo della Procura di   Firenze

 

Divorzio breve a Palazzo Vecchio

Una via extragiudiziale, al costo di 16 euro. In due anni oltre 800 le procedure effettuate.

Divorzio breve a Palazzo Vecchio



Per le separazioni e i divorzi consensuali si è aperta una strada extragiudiziale e assolutamente priva di oneri: comparire davanti all’Ufficiale di Stato Civile senza avvocato e per un costo complessivo di 16 euro. Ora infatti anche a Firenze si può richiedere al Sindaco, nella sua funzione di ufficiale di stato civile, la separazione consensuale o il divorzio . L'art. 12 del Decreto Legge 12 Settembre 2014, n. 132, convertito in Legge 10 Novembre 2014, n. 162, prevede infatti la possibilità per i coniugi, che non hanno figli minori o maggiorenni incapaci, portatori di handicap grave, oppure maggiorenni ma economicamente non autosufficienti,  di comparire direttamente dinanzi all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni. L'assistenza di un avvocato è facoltativa.  Si tratta di una novità importante che ha come obiettivo la riduzione del numero dei procedimenti civili, attribuendo anche a soggetti diversi dai magistrati la funzione che i giudici hanno fin qui espletato in via esclusiva, a beneficio delle coppie che con maturità decidono di risolvere il proprio matrimonio mantenendo buoni rapporti. La Direzione Servizi Demografici si è organizzata da tempo per adempiere al meglio alle nuove disposizioni in materia di “divorzi veloci”. Vista la delicatezza della materia e per favorire una maggiore riflessione sulle decisioni, è previsto per legge un doppio passaggio dinanzi all'Ufficiale di Stato Civile  in quanto, dopo la formulazione dell’accordo di separazione, o di divorzio, è necessario ripresentarsi, davanti all’ufficiale di stato civile, dopo almeno 30 giorni per ribadire la decisione  consensuale e confermarla.  Il costo della procedura è di 16 euro.
Un'altra procedura è quella che prevede la cosiddetta negoziazione assistita che necessita dell’assistenza di un avvocato per parte e può essere attivata in tutti i casi.   
A partire dall’introduzione del servizio sono state numerose le coppie che si sono avvalse del servizio: 342 nel 2015  (239 davanti all’ufficiale di Stato Civile e 103 accordi di negoziazione assistita dagli avvocati) e 497 nel 2016 (290 davanti all’ufficiale di Stato Civile e 207 accordi di negoziazione assistita dagli avvocati), con un aumento percentuale del 45% nel volgere di un solo anno.


INFO: tel. 055055


Fonte immagine Sentenze Cassazione

News totale: 313 - Pagina 1 di 21 - 15 risultati per pagina
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006

Website Security Test

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Vai al contenuto principale  Percorso di navigazione  Vai al menu di Comune di Firenze  Vai al menu di Area tematica  Piè di pagina

Scorciatoie - Funzionalità

Torna indietro,  Stampa pagina 

Scorciatoie - Pagine principale

Comune di Firenze  Eventi in Città  Servizi e modulistica - Servizi on-line  Mappa del sito