testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

home
Polizia Municipale - Comune di Firenze
Percorso: Home > Comune di Firenze > Polizia Municipale > Verbali e notifiche


Aprofondimento  Pagamento del verbale di violazione al Codice della strada   

  Avviso posto sul parabrezza del mezzo

entro 5 giorni dalla data sul verbale la sanzione può essere pagata:
a) presso qualsiasi filiale della Banca CR Firenze;
b) presso il centro Tesorerie Firenze in via Bufalini 4;
c) tramite il servizio on line;
d) con un bonifico indicando obbligatoriamente nella causale gli estremi del verbale, nella forma Numero/Tipo/Anno (Es. 9999999/T/2999 o 9999999/C/2999) e la targa del veicolo (questi dati servono per assicurare la corretta attribuzione del versamento), a tal fine si forniscono le seguenti coordinate:
Dati del beneficiario - "Corpo di Polizia Municipale di Firenze - 50100 Firenze"
Codice Iban IT47 W076 0102 8000 0000 0009 506
Nel caso di bonifico internazionale - Codice Bic/Swift BPPIITRRXXX

Si precisa che non è consentito il pagamento con detto avviso in presenza di violazione che comporta la decurtazione di punti. In questo caso deve essere attesa la notifica del verbale o, in alternativa, può essere chiesta alla Polizia Municipale di Firenze la contestazione del verbale indicando i dati personali e della patente del conducente al momento della commessa violazione.

  Violazione contestata o notificata

entro il termine tassativo di 60 giorni dalla data di contestazione o notifica la sanzione può essere pagata con le modalità suddette o in qualunque ufficio postale utilizzando il bollettino allegato al verbale.
Per i pagamenti oltre il 60° giorno l'importo della sanzione diventa pari alla metà del massimo edittale previsto.

Attenzione: se il pagamento viene effettuato entro 5 giorni dalla data della contestazione o della notificazione, l'importo è ridotto del 30%, escluse le spese di procedura che dovranno sempre essere corrisposte per intero.

Si precisa che la riduzione del 30% non si applica:

  1. quando per la violazione commessa è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo o della sospensione della patente;
  2. quando la violazione costituisce reato;
  3. quando per la violazione commessa non è consentito il pagamento in misura ridotta.



  Servizio on line

  modalità accesso agli atti

  tabella generale dei costi per copia atti


Aprofondimento  Domande frequenti (FAQ)   

  A quanto ammontano le spese di notifica di un verbale

Le spese di notifica comprendono gli oneri per la notifica ed un rimborso per le spese di accertamento ed elaborazione del relativo verbale e si differenziano a seconda della tipologia di verbale:
- tipo T (rilevazione a "targa" di violazioni quali divieto di sosta) l'importo è di € 17,28 (di cui € 16,13 - Poste Italiane ed € 1,15 - spese di accertamento)
- tipo C (contestazione violazioni al Codice della Strada) e L (violazioni a leggi o regolamenti diversi dal Codice della Strada) l'importo è di € 16,13
- Per i verbali intestati a persone residenti all'estero l'importo è di € 26,23

  Come si calcolano i tempi di notifica postale di un verbale elevato ai sensi del Codice della Strada
Premettiamo che la notificazione deve avvenire entro i termini stabiliti dalla legge:
• 150 giorni, per le violazioni accertate entro la mezzanotte del 12 agosto 2010
• 90 giorni per le violazioni commesse dalle 00.00 del 13 agosto 2010
• 360 giorni, se il veicolo è straniero.
La fase di notificazione si ritiene conclusa da parte della pubblica autorità nel momento in cui il verbale è stato consegnato al soggetto incaricato di recapitarlo al destinatario . Ciò significa, come precisato dalla Corte Costituzionale ed oggi anche dal Codice di Procedura Civile ( art 139 bis ), che i tempi di prescrizione di un verbale si interrompono con la consegna all’ufficio preposto alla notifica.
Per il ricevente il procedimento di notifica è più articolato potendosi verificare :
• attraverso consegna diretta al luogo indicato nella carta di circolazione;
• oppure che,in caso di assenza temporanea, il postino depositi il verbale all’ufficio postale inviando la comunicazione di avvenuto deposito  ( CAD ). La legge che regolamenta tale fattispecie è la n. 890/82 denominata “ Legge postale”.  Trascorsi 10 giorni dal deposito della raccomandata, il verbale si intende notificato e quindi da quel giorno comincia il conteggio dei 60 giorni per pagare ( art 202 CdS) o fare ricorso al Prefetto ( art 203 CdS ) oppure dei 30 giorni per fare opposizione presso il Giudice di Pace ( 204 bis CdS)
Facciamo un esempio concreto.
Se si riceve la cartolina di avviso presso il luogo indicato nel verbale che indica come data di deposito il 1° marzo, si possono presentare vari casi:
• ritirando il  verbale il 4 marzo, il verbale si intende notificato dal giorno 4 in quanto il verbale è stato ritirato entro i primi 10 giorni dal deposito. Quindi ci sarà tempo per decidere se pagare o fare ricorso al Prefetto fino al 3 maggio o fino al 3 aprile per l’opposizione al Giudice di Pace.
• Ritirando il verbale il giorno 14 marzo , si intende notificato il giorno 11 marzo e non dal giorno in cui è stato materialmente ritirato perché sono trascorsi i 10 giorni dal deposito della raccomandata previsti dalla legge. Dal giorno 11 quindi dovrà cominciare il conto dei 30 o 60 giorni arrivando alle date del 10 aprile o del 10 maggio .
• Ritirando il verbale il 13 maggio il verbale si intende notificato sempre il giorno 11 marzo e non il giorno in cui è stato materialmente ritirato. Sono, a questo punto, trascorsi i 60 giorni previsti per addivenire al pagamento in misura ridotta  o per proporre ricorso. Il verbale può essere pagato prima dell’iscrizione a ruolo aggiornando l’importo della sanzione e portandolo alla metà del massimo edittale ( più le spese di notifica e procedimento già computate )

  Come sono gestiti i verbali a carico di persone residenti all'estero

Il servizio di stampa, notifica internazionale dei verbali di accertamento di violazioni amministrative derivanti dall'attività di Polizia Municipale del Comune di Firenze intestati a soggetti residenti all'estero, di elaborazione dei dati dei locatari pervenuti dalle società di noleggio e delle attività connesse e necessarie al corretto espletamento del procedimento sanzionatorio è affidato alla società Nivi Credit s.r.l., Div. E.M.O.

The service of international notification of administrative sanctions issued by the Municipal Police of Florence to citizens/companies residing/based abroad, the processing of renters’ data received from car rental companies and all activities involved for the correct execution of sanctionatory proceedings are entrusted to Nivi Credit s.r.l., Div. E.M.O.

  NIVI Credit S.r.l

  Come pagare la sanzione entro la scadenza in caso di smarrimento del verbale
Se è stato smarrito solo il bollettino postale precompilato, la sanzione può essere pagata con un versamento sul c/c n. 188508 intestato a Comune di Firenze - Polizia Municipale, indicando nella causale “pagamento verbale n.___ del ___, Targa veicolo ___”. Se è invece stato smarrito tutto il verbale e non si ricordano i dati di cui sopra, occorre presentarsi presso gli uffici di via delle Cascine n. 9, perché le informazioni personali non possono essere fornite telefonicamente (Legge 196/2003).

  E' possibile pagare un verbale per violazione al Codice della Strada con bonifico ?
Sì è possibile ! Il pagamento può essere effettuato con un bonifico indicando chiaramente nella causale "pagamento verbale n. ______ del _____, targa veicolo _______". Questi dati servono per assicurare la certa attribuzione del versamento.
Il bonifico deve essere effettuato con le seguenti coordinate:
Dati del beneficiario - "Corpo di Polizia Municipale di Firenze - 50100 Firenze"
Codice Iban IT47 W076 0102 8000 0000 0009 506
Nel caso di bonifico internazionale - Codice Bic/Swift BPPIITRRXXX

 

  Pagamento on line di sanzioni per violazioni diverse dal Codice della strada
Questa modalità è utilizzabile solo se il Comune di Firenze è competente alla riscossione (come indicato sul verbale stesso); non può mai essere utilizzata per le sanzioni relative a violazioni di leggi o regolamenti il cui importo debba essere versato a enti diversi dal comune di Firenze (es. Regione, Ufficio del registro, ecc.)

  Chi può usufruire del servizio on line
I cittadini italiani e stranieri in possesso di carta di credito Carta SI, MasterCard, Maestro, Visa, JCB, American Express.
Il costo del servizio è rappresentato dalla commissione normalmente applicata sulle transazioni tramite carta di credito, ovvero pari al 2% dell’importo del versato.

  Come avviene il pagamento on line
Il pagamento on line si avvale del sistema Setefi, garantito da Intesa San Paolo; per un periodo di 12 mesi si può controllare l'esito della transazione utilizzando l'apposito ticket rilasciato dal sistema in fase di conferma dei dati inseriti. L'esito è comunicato anche via e-mail se durante la transazione viene inserito l'indirizzo di posta elettronica. 
Nel caso in cui sia stato erroneamente digitato un importo inferiore a quello indicato, sarà possibile completare il versamento con una successiva transazione facendo riferimento allo stesso verbale. Nel pagamento on-line i termini previsti non subiscono alcuna variazione e sono quelli riportati sul verbale.

  Cosa fare se nel pagamento on line viene digitato un importo errato
Nel caso in cui sia stato erroneamente digitato un importo inferiore a quello indicato, è possibile completare il versamento con una transazione successiva facendo riferimento allo stesso verbale.
Nel pagamento on-line i termini previsti non subiscono alcuna variazione e sono quelli riportati sul verbale.

  Cosa fare per verbale relativo a veicolo venduto
Occorre presentare al Reparto Fase Applicativa: verbali, sanzioni e notifiche: copia dell’atto di vendita; verbale di violazione; richiesta in carta semplice di annullamento del verbale. Tale documentazione può anche essere inviata per posta indicando un recapito telefonico da chiamare nel caso siano necessari altri atti o precisazioni.

  Cosa fare per verbale relativo ad un veicolo rubato
La violazione deve riferirsi al periodo di mancato possesso del veicolo in relazione al furto. L’interessato può presentare ricorso al Prefetto tramite il Reparto Fase Applicativa: verbali, sanzioni e notifiche, allegando copia della denuncia di furto, dell'eventuale verbale di rinvenimento e restituzione del veicolo e del verbale di accertamento. Tale documentazione può essere anche trasmessa anche per posta.

  Patente a punti
L'attestazione che riguarda la trasmissione dei dati dell'effettivo trasgressore, a seguito della notifica di un verbale di violazione al C.d.S. per il quale non è stato in precedenza individuato il trasgressore, deve essere inoltrata riempiendo l'apposito stampato allegato al verbale stesso. La legge non prevede alcuna forma particolare di inoltro tuttavia, a tutela dell'utente, si consiglia di allegare una copia della patente, di consegnare di persona al Reparto Fase Applicativa: verbali, sanzioni e notifiche o ad una delle sedi territoriali della Polizia Municipale (che ne rilasciano ricevuta) o di inviare a mezzo di raccomandata A.R. all'indirizzo riportato sul verbale.

  Approfondisci l'argomento



 

home Polizia Municipalemappa del sitocontatti