comune di firenze
English Version
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su YouTube
Percorso: Home > Comune di Firenze > PON Metro
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina RSS Condividi su Twitter Condividi su Facebook

PON Metro

 

 

Il PON Metro (Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020) è un programma dedicato allo sviluppo urbano sostenibile che, in linea con le strategie dell'Agenda urbana europea e con gli obiettivi di Europa 2020, affronta le principali sfide territoriali e organizzative che interessano i contesti metropolitani. Nasce per sostenere lo sviluppo e la coesione sociale nelle aree urbane, considerate centrali per la ripresa del Paese. Tale programma coinvolge 14 Città Metropolitane (Roma Capitale, Bari, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Torino, Reggio Calabria, Venezia, Cagliari, Catania, Messina, Palermo).

Il PON Metro prevede che le 14 Città metropolitane definiscano strategie di sviluppo urbano sostenibile e realizzino azioni Integrate finalizzate a:

  • lI ridisegno e la modernizzazione dei servizi urbani secondo il paradigma “Smart city”;
  • la promozione dell'inclusione sociale per la popolazione più fragile e i quartieri che presentano maggiori condizioni di disagi

 

I finanziamenti coprono il 100% dei costi di realizzazione delle attività, e si sono distribuiti sugli assi e sui progetti. 

Asse 1 - Agenda Digitale Metropolitana


Finanziamento
: € 6.425.686,80

Il progetto PON Metro del Comune di Firenze integra azioni tipiche dell’Agenda Digitale e di Smart City, per un’erogazione di servizi pubblici sempre più evoluti nell’area fiorentina. Negli ultimi anni la città di Firenze ha visto consolidarsi una serie di processi che risultano abilitanti alla realizzazione ed alla proficua diffusione di servizi e applicazioni digitali per la cittadinanza. Gli enti locali del territorio metropolitano già hanno un modello condiviso di erogazione di servizi online, contestualizzato nella società partecipata in-house Linea Comune che gestisce il Centro Servizi Territoriale (CST) di area metropolitana fiorentina (22 comuni). La ricerca di accordi e di modelli condivisi di gestione di servizi digitali trova dunque nel caso fiorentino un contesto già favorevole e strutturato.
Il raccordo con i principali erogatori di servizi pubblici e detentori di dati del cittadino e professionisti come la Camera di Commercio, le public utilities, e la Regione Toscana è stato consolidato nel 2016 con la partnership “Firenze Digitale”. Grazie a queste azioni di sistema si possono intraprendere percorsi di scambio di dati e servizi digitali fra più Enti che permetteranno di realizzare servizi online più semplici, con dati più qualificati e integrati, e dunque con minori informazioni richieste all’utente finale.
Questo contesto di ambiente “multi-ente” già attivo e con numeri di utilizzo importanti rappresenta anche un ottimo valore aggiunto per la diffusione verso gli enti di cintura.
Parallelamente, è stato attivato il coinvolgimento dei cittadini, si sono consolidati importanti processi di ascolto (dalle assemblee simultanee dei 100 Luoghi, alle Maratone dell’Ascolto tematiche), di co-design con professionisti e startup (con le varie associazioni e ambienti di co-working del territorio) e di disseminazione verso scuole e insegnanti (soprattutto sugli Open Data e le app) che potranno risultare estremamente positivi per la disseminazione e l’utilizzo dei servizi che verranno realizzati.

Progetti:

  • Piattaforma Edilizia e Ambiente
  • Potenziamenti Data Center
  • Sistema Tributi Semplici
  • Smart Tourism
 

Asse 2 - Sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana


Finanziamento
: € 14.929.398,94

Firenze ha aderito con il Patto dei Sindaci alla strategia 20-20-20 dell'Unione europea, che mira a "una riduzione del 20% delle emissioni di gas a effetto serra rispetto ai livelli del 1990, aumentare la quota di consumo energetico dell'UE prodotta da fonti rinnovabili al 20% e a un miglioramento del 20% dell'efficienza energetica dell'Unione europea. ". Da qui la scelta di intervenire in maniera sostanziale ed incisiva sulla mobilità. Firenze intende abbracciare una strategia integrata per la mobilità intelligente, una strategia in cui tutte le forme di spostamento di mezzi e persone nella città – in transito, a piedi, in bicicletta, auto e parcheggi - siano olisticamente coordinate e monitorate per generare comportamenti ottimali per l’insieme della collettività. Il ruolo di una città è fondamentale per dare vita a comportamenti proattivi: la mobilità ciclistica nella città di Firenze è in costante aumento e in quest’ottica il Comune intende progressivamente operare nel realizzare nuove piste ciclabili oltre che rendere più agevoli, sicure e smart quelle esistenti, grazie alle quali sarà possibile offrire agli utenti una ampia rete di percorsi, utilizzabili da una molteplice utenza e tese alla ricucitura di percorsi.
Ma non solo interventi su strada nella strategia complessiva: Firenze è da tempo impegnata a realizzare un sistema di integrazione delle informazioni sul traffico e sulla mobilità che sia in grado di acquisire le notizie dai diversi soggetti coinvolti, elaborarle e restituirle in tempo reale a cittadini e a chi governa la mobilità urbana, allo scopo sia di decongestionare la città sia di evitare fattori di incidentalità. A tal fine, in conseguenza della estensione e della complessità della rete stradale urbana, il Comune di Firenze intende implementare il sistema di "Supervisore del traffico", un insieme di applicazioni infotelematiche che consentono di garantire l’ottimizzazione della circolazione stradale e l’informazione all’utenza in tempo reale sulle condizioni del traffico.

Progetti:

  • Piano di riqualificazione energetica ed innovazione tecnologica nella illuminazione pubblica
  • Implementazione dei sistemi infotelematici per la gestione della mobilità e viabilità urbana
  • Integrazione sistemi di produzione dei dati di traffico a servizio del Supervisore
  • Sistemi infotelematici per il controllo e la gestione del traffico pubblico e privato sulla rete urbana
  • Smart City Control Room
  • Estensione e potenziamento della rete ciclabile di Firenze
 

Asse 3 - Servizi per l’inclusione sociale


Finanziamento
: € 9.830.384,57

La strategia operativa che si intende mettere in atto, prende le mosse dal modello “eco sistemico”, centrato sulla possibilità di far fronte alle molteplici forme in cui si manifesta l’esclusione sociale attraverso il concetto di resilienza, intesa come capacità delle persone e dei nuclei familiari di riorganizzare se stessi, le proprie risorse ed il proprio sistema di attribuzione di senso a seguito di eventi traumatici (quali per esempio la perdita di un reddito certo ed il conseguente rischio di entrata nel vortice della marginalità, la perdita della casa, ecc.) ovvero l’esposizione prolungata ad uno stress. Il modello proposto è finalizzato a superare la frammentazione degli interventi sociali e proiettarsi verso un modello di responsabilità condivisa fra professionisti e operatori diversi (dimensione inter-professionale), fra servizi diversi, es. servizi sociali, sanitari, educativi, della giustizia, terzo settore, ecc. (dimensione inter-istituzionale) e fra servizi e nuclei familiari (dimensione inter-personale). La strategia si basa sulla partecipazione ed il coinvolgimento attivo dei destinatari, sulla multidisciplinarietà come metodo di lavoro, su una “architettura sociale” multidimensionale e sulla “presa in carico” dell’intero nucleo familiare mirata a fornire risposte a bisogni complessi che richiede, di conseguenza, la messa in atto di interventi personalizzati di valutazione, di consulenza e l’attivazione di progetti personalizzati di intervento.

Progetti:

  • Agenzia sociale per la casa. Progetto F.A.S.E. (Firenze: abitare solidale per l’empowerment di comunità). Servizio di accompagnamento e sostegno all’abitare
  • Progetto S.A.T. Servizi socio-abitativi temporanei di “seconda soglia” a bassa intensità assistenziale
  • Progetto P.O.L.I.S 2.0 (progetto di orientamento al lavoro e all’inclusionesociale). Percorsi multidimensionali per l’inclusione attiva 
 

Asse 4 - Infrastrutture per l’inclusione sociale


Finanziamento
: € 5.534.529,69

La casa è uno strumento centrale nella vita delle persone per favorire la loro appartenenza ad una comunità ed essere parte attiva dello sviluppo del territorio. Il cosiddetto “disagio abitativo” è un fenomeno multidimensionale che fa riferimento alle dimensioni della vita delle persone che condizionano l'accesso alla casa e che comprendono la condizione familiare, economica, lavorativa e abitativa. Ma oltre ad essere multidimensionale, è anche un fenomeno dinamico che lega la condizione abitativa in senso stretto a processi di insicurezza occupazionale o relazionale e di trasformazione delle strutture familiari e sociali. Negli ultimi anni a Firenze si è assistito ad un forte incremento di persone accolte in emergenza alloggiativa anche a seguito di procedure esecutive di sfratto. La volontà di garantire una sistemazione qualificata razionalizzando al tempo stesso la spesa impone una nuova modalità di affrontare l’emergenza abitativa attraverso la sperimentazione di nuove forme di accoglienza temporanea, come per esempio gli alloggi “volano” che si segnalano per una gestione centrata sul servizio di accompagnamento sociale degli abitanti verso una vera e propria autonomia abitativa, un percorso quindi teso alla prevenzione, rivolta sia al libero mercato della locazione che all’edilizia residenziale pubblica. In quest’ottica il Comune di Firenze ha disposto l’utilizzo di alloggi reperiti all’interno del patrimonio abitativo pubblico e privato a favore di nuclei familiari in situazione di disagio socio-abitativo: tale soluzione garantisce un minor costo a livello gestionale e una risposta più adeguata alle problematiche abitative del nucleo, destinando le strutture di accoglienza a situazioni sociali più rilevanti (maltrattamenti, problematiche sanitarie, dipendenze, ecc.).

Progetti:

  • Immobile ex Meyer: risanamento conservativo edilizio per servizio di gestione emergenza abitativa
  • Smart liveability

 

Asse 5 - Assistenza tecnica


Finanziamento: € 1.050.000

Le attività di assistenza tecnica sono lo strumento per garantire l’efficienza e l’attuazione di tutte le attività.
Tali attività si inseriscono nell’ambito del piano di rafforzamento amministrativo che è stato pensato per permettere che le nuove attività specialistiche richieste sia in termini di programmazione, progettazione e di processo nonché di monitoraggio siano garantire conformemente agli standard richiesti ed a supporto dell’organismo intermedio. Questo comporta in primis un’apposita formazione per tutta la durata del programma del personale dipendente nominato e interessato nelle varie sequenze ed a vario titolo a seconda dei ruoli e competenze specifiche, affinché possa garantire il corretto svolgimento delle attività associate ed il rispetto delle indicazioni operative. L’assistenza, a supporto dell’attività di programmazione e realizzazione, è anche il coinvolgimento della Città Metropolitana, che si colloca nel solco di un'esperienza consolidata di collaborazione e cooperazione inter-istituzionale che vede nel 2003.
Infine, ci si è dotati di una propria strategia comunicativa generale e relativa alle azioni integrate per la diffusione nel territorio anche metropolitano nel rispetto del dimensionamento del programma che non si alimenta di esperienze passate o in essere ma si inserisce nella governance generale da parte dell’Autorità di Gestione con la partecipazione di tutte le Autorità Urbane.

Progetti:

  • Rafforzamento amministrativo (nuove figure a tempo determinato)
  • Assistenza tecnica generale al programma e all’azione dell’organismo intermedio
  • Strategia e piano per la comunicazione

 

 

Sito nazionale Pon Città Metropolitane 2014-2020

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006

Website Security Test

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Vai al contenuto principale  Percorso di navigazione  Vai al menu di Comune di Firenze  Vai al menu di Area tematica  Piè di pagina

Scorciatoie - Funzionalità

Torna indietro,  Stampa pagina 

Scorciatoie - Pagine principale

Comune di Firenze  Eventi in Città  Servizi e modulistica - Servizi on-line  Mappa del sito