comune di firenze
English Version
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su YouTube
Percorso: Home > Comune di Firenze > Attività internazionale in evidenza
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina RSS Condividi su Twitter Condividi su Facebook

Attività internazionale


Unity in Diversity 2016, la Resilienza come strategia di governo delle comunità

‘Unity in Diversity’ alla sua 2° edizione (2-4 novembre 2016) e 50° Anniversario dell'alluvione di Firenze: focus sui temi della resilienza delle città rispetto ai disastri naturali e a quelli causati dall’uomo

Discorso d'apertura del sindaco Dario Nardella a Unity in Diversity 2016

Il sindaco Nardella con il sindaco di Herat (Afghanistan), Ghoos Nikbeen

Il sindaco Nardella consegna il Fiorino d'oro della Città di Firenze a Jane Fortune

Il sindaco Nardella con il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna

Sala di Clemente VII, il sindaco Nardella con il sindaco di Tunisi, Seifallah Lasram


La vice Sindaco Giachi e l'Assessora Concia incontrano una delegazione della città gemella di Nanchino

Palazzo Vecchio, Sala degli Otto - 20 marzo 2017
Fra i componenti della delegazione, guidata da Mr. Guo Lajun,  vice Sindaco di Nanchino e membro del comitato permanente centrale del Partito Comunista cinese nonché responsabile del settore risorse umane e formazione, Mr. Chen Hua, Rettore dell'Università governativa,  Mr. Shen Dachun,  Capo dipartimento della Direzione Risorse Umane, Mr. Cao Wentang, vice Direttore Ufficio Esteri del Comune di Nanchino. Presente anche la Dirigente Sviluppo Organizzativo della Direzione Risorse Umane del Comune di Firenze, Dr.ssa Settesoldi. Sono state affrontate  tematiche di interesse specifico della delegazione relative alle  linee generali su formazione di risorse umane e assetto organizzativo del Comune di Firenze ma anche incubatori d'impresa e start up delle politiche giovanili. L'Assessore Concia ha poi ribadito l'interesse a rafforzare gli scambi culturali anche perché oltre ad essere città gemelle, Nanchino e Firenze sono siti UNESCO. Si è discusso anche del settore congressuale e fieristico (Nanchino è al quinto posto in Cina nel campo fieristico). E' stata proposta l'organizzazione di una fiera a Nanchino per il prossimo autunno focalizzata sulla promozione dei prodotti enogastronomici di eccellenza del nosto territorio. LS/TE

L'Assessora Paola Concia incontra una delegazione dell'Associazione delle Città Patrimonio dell'Umanità della Spagna

Palazzo Vecchio, Sala di Lorenzo il Magnifico, lunedi’ 13 marzo 2017
L'Assessora alle Relazioni Internazionali, Turismo, Marketing territoriale, Fiere e Congressi e Attrazione Investimenti, Paola Concia ha ricevuto una delegazione guidata dalla presidente della Commissione Turismo dell'Associazione delle Cttà Patrimonio dell'Umanità della Spagna e sindaco di Caceres, Elena Nevada Del Campo e composta dai 15 assessori al Turismo delle suddette città (Alcalà de Henares, Avila, Baeza, Cordoba, Cuenca, Ibiza, Merida, Salamanca, San Cristobal de la Laguna, Santiago de Compostela, Segovia, Tarragona, Toledo e Ubeda) che dal  1993 sono state riconosciute dall’UNESCO Patrimonio Mondiale. Il fine dell’Associazione, il cui presidente è il sindaco di Avila,  è quello di agire congiuntamente in difesa del patrimonio storico e culturale dei nuclei storici di queste città per il loro mantenimento e valorizzazione, realizzando progetti e proposte comuni. La Commissione Turismo dell'Associazione, in particolare, è incaricata di pianificare e organizzare le azioni di promozione dell’offerta turistica che si concentrano prevalentemente in un’intensa presenza a fiere, presentazioni di prodotti di mercato, organizzazioni di campagne pubblicitarie e viaggi. Presenti la Dirigente Servizio Promozione economica e turistica, Marta Fallani, il Responsabile dell'Ufficio UNESCO del comune di Firenze, Carlo Francini, la console onoraria di Spagna a Firenze, Maria Angeles Velloso Mata el'Addetto Culturale dell'Ambasciata di Spagna a Roma. LS

L'Assessora Anna Paola Concia apre la sede del Consolato onorario della Repubblica di Moldova

Sala del Gonfalone della Regione Toscana, Firenze, 28 febbraio 2017
Firenze da oggi ha una nuova sede consolare onoraria: si tratta di quella della Repubblica di Moldova. Alla presentazione ha partecipato la nuova assessora alle Relazioni Internazionali del Comune di Firenze Anna Paola Concia, l’ambasciatrice della Repubblica di Moldova in Italia Stela Stingaci, il console onorario Alessandro Signorini, il presidente della commissione regionale Sanità Stefano Scaramelli e la vicepresidente della giunta regionale Monica Barni. Molte le affinità culturali e linguistiche che legano Firenze alla Moldavia  e numerosa è la presenza della comunità moldava nel territorio italiano.
La nascita di questo nuovo ufficio Consolare è testimonianza della volontà di rafforzare ed approfondire questi legami, fondati su valori ed interessi comuni.

Un convegno per celebrare Alexandru Ioan Cuza, fondatore della Romania moderna

Palagio di Parte guelfa, 28 gennaio 2017
Un convegno per celebrare Alexandru Ioan Cuza, fondatore della Romania moderna che trascorse gli ultimi anni della sua vita a Firenze. La giornata di studi si è svolta  al Palagio di Parte Guelfa in occasione del 158esimo anniversario dell’unificazione della Romania, ed è stata  promossa dall’assessorato alle Relazioni Internazionali nella persona dell’assessore Nicoletta Mantovani, dal Consolato Generale, dall’Associazione Alter.nativa e dalla Diocesi Ortodossa Rumena. L’assessore Mantovani ha sottolineato il legame di Cuza con gli ideali risorgimentali e con la storia di Firenze, dove trascorse, in esilio, gli ultimi anni della sua vita. Nel 1870 acquistò una villa nei pressi di Porta Romana, dove è in progetto la collocazione di una targa commemorativa.

Due giorni dedicati Winckelmann, padre dell’archeologia moderna

Palazzo Vecchio, Salone de' 500 - 26 gennaio 2017
Due giorni dedicati a Johan Joachim Winckelmann, storico dell’arte e fondatore dell’archeologia moderna. Nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio è stato ospitato il convegno internazionale “Winckelmann, Firenze e gli Etruschi”, evento organizzato dall’Università degli Studi, dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze e dalla Winckelmann-Gesellschaft di Stendal, in collaborazione con l’assessorato alle Relazioni Internazionali nella persona dell’assessore Nicoletta Mantovani che ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale. Il convegno ha concluso la Mostra “Winckelmann, Firenze e gli Etruschi. Il padre dell’archeologia in Toscana”, e ha avviato in Italia le celebrazioni dei 300 anni della nascita e dei 250 della morte dello storico dell’arte e archeologo Johann Joachim Winckelmann (1717-1768).

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006

Website Security Test

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Vai al contenuto principale  Percorso di navigazione  Vai al menu di Comune di Firenze  Vai al menu di Area tematica  Piè di pagina

Scorciatoie - Funzionalità

Torna indietro,  Stampa pagina 

Scorciatoie - Pagine principale

Comune di Firenze  Eventi in Città  Servizi e modulistica - Servizi on-line  Mappa del sito